Vandalismo in Viale Strozzi: strappati manifesti pro vegani

La denuncia dell'associazione che ha lanciato la campagna

Uno dei manifesti pro-vegani strappati

Due dei manifesti pro vegani dell'associazione affissi a Firenze (in Viale Filippo Strozzi e Via Villamagna) sono stati strappati e resi illeggibili. E' quanto denunciato dalla stessa associazione in un comunicato.  Si tratta di manifesti affissi nelle strade cittadine più trafficate per la nuova campagna “Comunichiamolo”  del 'Progetto vivere onlus' in collaborazione con 'Campagne per gli animali'.

In primo piano i corpi di un uomo e una gallina e un dato numerico e temporale: 40.000 al secondo. Il calcolo approssimativo, per difetto, degli animali uccisi a scopo alimentare ogni giorno nel mondo. E' una foto di Morena Zanella che ritrae il corpo nudo di Alfredo Meschi (che ha scelto di farsi tatuare 40.000 X su tutto il corpo, il numero di animali uccisi al secondo ogni giorno a scopo alimentare) assieme a Vecchietta, la gallinella scampata alle batterie di un allevamento e tenuta tra le mani con delicatezza.

"A quanto pare, questa controinformazione e questo civile invito a riflettere ad alcuni da proprio fastidio", è quanto denunciato dall'associazione.

vegan 1-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Furti in casa: raffica di colpi nel week end di Pasqua

  • Cronaca

    Droga, sorpreso con cocaina e hashish: arrestato 34enne

  • Cronaca

    Cantieri stradali e viabilità: diversi nuovi lavori al via

  • Meteo

    Meteo: cosa ci aspetta per la giornata di Pasquetta

I più letti della settimana

  • Meningite: morta ragazza di 21 anni

  • Pasqua 2019, lo Scoppio del Carro: volo perfetto della colombina / FOTO - VIDEO

  • Pasqua di sangue in Sri Lanka, oltre 200 morti: la testimonianza di un fiorentino

  • Renzi furioso querela tutti: da Piero Pelù a Marco Travaglio

  • Elezioni Firenze 2019: spunta un nuovo candidato sindaco

  • Scossa di terremoto in Mugello

Torna su
FirenzeToday è in caricamento