Cronaca

Via ai saldi estivi, coda ai Gigli: tanti a caccia dell'occasione / FOTO

Parte la stagione degli sconti, tornata al calendario consueto. Tanti a caccia dell'occasione

Sono partiti oggi, in tutta la Toscana e in tutta Italia, i saldi estivi 2021, tornati al vecchio calendario dopo l'anno della pandemia. Coda fin dalle prime ore del mattino al centro commerciale de I Gigli a Campi Bisenzio (foto sopra).

"Molte persone in modo ordinato e con mascherina indossata hanno atteso l’apertura del Centro Commerciale. Movimento un po’ in tutti i negozi, sempre nel rispetto delle norme anti Covid", sottolinea in una nota lo stesso centro commerciale. Tanti duqneu a caccia di occasioni tra le offerte dei140 negozi.

Secondo Federmoda-Confcommercio Toscana il giro d'affari generato dai saldi estivi 2021nella nostra regione sarà di circa 180 milioni di euro, con sei famiglie su dieci che faranno compere nei negozi di abbigliamento, calzature e pelletterie. Spesa media prevista a livello regionale 180 euro a famiglia, la media nazionale è invece, sempre secondo le previsioni, a 171. Nel 2019, ultima estate pre Covid, du di 230 euro a famiglia.

“Ci aspettiamo risultati decisamente in crescita rispetto al 2020, anche se per tornare ai livelli del 2019 ci vorrà tempo - commenta il presidente di Federmoda Confcommercio Toscana Paolo Mantovani, da un mese alla guida dell’associazione di categoria che rappresenta le imprese di commercio al dettaglio e all’ingrosso del settore. “Non dimentichiamo che la moda già prima dell’emergenza sanitaria scontava un calo dei consumi generalizzato, in atto ormai da oltre dieci anni e unito alla concorrenza sempre più marcata dell’online. Almeno, rispetto allo scorso anno, ora la vaccinazione che procede a pieno ritmo e il calo dei contagi hanno fatto tornare buonumore e speranza a molti. Ci sono ancora le incognite dell’autunno, legate alla tenuta dell’occupazione, ma intanto c’è voglia di stare più leggeri, di ritrovare la vita di prima. E i saldi fanno parte dei riti collettivi ai quali eravamo abituati”. 

Fine del blocco dei licenziamenti, nel settore pelle 1.000 lavoratori a rischio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via ai saldi estivi, coda ai Gigli: tanti a caccia dell'occasione / FOTO

FirenzeToday è in caricamento