rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico / Via dei Pandolfini

Movida, furti in discoteca del centro: fermato 40enne

Ruba un giubbotto e tre cellulari. Il 40enne è rimasto nel locale dopo essersi finto cliente

Stamattina, intorno alle 6.00, una pattuglia del nucleo radiomobile è intervenuta all'interno della discoteca "Dolce Zucchero", in via dei Pandolfini, dove era stato segnalato il furto di alcuni cellulari di clienti del locale. Una volta sul posto, i militari hanno ricostruito i fatti e individuato il responsabile dei furti: un 40enne, cittadino marocchino, pregiudicato.

In pratica, l'uomo era entrato nel locale qualche ora prima fingendosi cliente e, approfittando della confusione, aveva rubato un giubbotto di un ragazzo con all'interno un cellulare. Durante la serata era riuscito a rubare anche altri due cellulari, uno dei quali ad una ragazza che aveva lasciato all'interno della custodia anche il suo documento d'identità.

Il 40enne, poi, al posto di andare via ha pensato bene di rimanere in discoteca andando a depositare il giubbotto rubato con dentro i tre cellulari nel guardaroba del locale. Dopo qualche minuto uno dei tre derubati, proprietario del giubbino, si è accorto del furto e ha cominciato a girare il locale alla sua ricerca, arrivando a chiedere all'addetta del guardaroba se avesse trovato un capo simile al suo. La donna alla sua richiesta ha mostrato il giubbotto depositato dal marocchino poco prima.

I carabinieri, ascoltati i fatti, hanno poi bloccato il marocchino che, nel frattempo, si era presentato al guardaroba e pretendeva di ritirare il giubbotto con i tre cellulari, asserendo addirittura che il documento della donna al suo interno fosse della sua ragazza, cosa ovviamente smentita dall'interessata, rintracciata dentro il locale. Alla fine l'uomo è stato tratto in arresto e messo a disposizione della magistratura fiorentina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida, furti in discoteca del centro: fermato 40enne

FirenzeToday è in caricamento