A Firenze la Camorra stava nel giro degli indumenti usati

Una maxi operazione contro il traffico illecito di indumenti usati ha portato all'arresto di 18 persone in tutta la Penisola. I rifiuti tessili invece di essere smaltiti venivano ripuliti e venduti

Diciotto ordinanze di custodia cautelare sono state emesse per un traffico illecito di indumenti usati avviato dal clan camorristico Birra-Iacomina di Ercolano (Napoli). L'operazione e' stata eseguita in Toscana, Campania, Emilia-Romagna dal Comando tutela ambiente dei carabinieri e dai comandi provinciali di Napoli, Firenze, Prato, Caserta, Forli'-Cesena. I rifiuti tessili giungevano in Toscana dove, a Prato, ufficialmente, venivano ripuliti e disinfettati.  In realta' venivano inviati alle aziende per la commercializzazione. Nel corso dell'operazione sono stati sottoposti a sequestro preventivo quote societarie e beni mobili, il valore del traffico dei "panni" era di svariati milioni di euro.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Firenze: le escursioni a due passi dal capoluogo toscano

  • Diakhate denunciato per aggressione: il calciatore si difende 

  • Coronavirus, focolaio in Mugello: 18 positivi e 300 in quarantena

  • Paura al parco delle Cascine: accoltellato più volte dal branco

  • Meteo: arrivano le piogge, scatta l'allerta

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze tra sagre e musica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento