VeggieSeno: diventano modelle le donne che hanno sconfitto il tumore / FOTO

E' la mostra fotografica a cura di Vittoria Govoni organizzata dal Comune di Bagno a Ripoli e dall'Azienda Usl Toscana Centro

Lorella, Stefania, Donata, Nicoletta e Martina sono le cinque fiorentine (tutte attorno ai 50 anni) che hanno posato a seno nudo, coperte solo da vegetali, per l'ultimo progetto di Vittoria Govoni. Sono cinque "guerriere" che hanno sconfitto il tumore al seno. 

“VeggieSeno” è la mostra fotografica di Govoni che sarà inaugurata domani, sabato 3 febbraio alle ore 10, all'Oratorio di Santa Caterina delle Ruote a Ponte a Ema. E che ha come protagoniste le pazienti del Dipartimento di Oncologia dell'Ospedale Santa Maria Annunziata per la maggior parte provenienti dalla Breast Unit e seguite nella Struttura di Psiconcologia diretta dalla dottoressa Lucia Caligiani, dove hanno svolto uno specifico percorso psicologico-riabilitativo.

L'esposizione, organizzata dal Comune di Bagno a Ripoli e dall'Azienda Usl Toscana Centro, resterà aperta al pubblico sia domani che domenica 4 febbraio, ed è a ingresso libero (orario 10-17).

La mostra è composta  da una carrellata di dieci foto nelle quali cinque donne si mettono "a nudo", accompagnate nello shooting da ortaggi e frutti. Scatti ironici che mettono in luce il filo rosso che collega benessere e corrette abitudini alimentari: un tema che la struttura di Psiconcologia negli ultimi anni sta approfondendo con progetti specifici insieme ad un team di dietisti per valutare stile di vita, dieta e risposta emotiva delle donne operate al seno ed in terapia ormonale, che proprio per questo motivo sono tenute a seguire particolari regimi alimentari.

Il gruppo di lavoro nei mesi scorsi ha portato alla stesura di un ricettario, scritto dalle stesse pazienti, dal titolo “Il peso delle emozioni”, il cui ricavato è stato devoluto all'attività del Dipartimento a sostegno di altre donne coinvolte dai progetti di supporto psicologico, circa trecento ogni anno. E adesso ricorre al mondo delle immagini, avvalendosi del supporto di una giovane fotografa fiorentina, Vittoria Govoni, studentessa del Polimoda.

“Cambia il mezzo ma l'obiettivo resta lo stesso – spiega Elisabetta Surrenti, medico psicoterapeuta della struttura di Psiconcologia e ideatrice del progetto -: affrontare il tumore anche con leggerezza. L'attenzione ricorrente ad una dieta sana invece è centrale nella prevenzione del cancro e ancor di più per le donne operate alla mammella che stanno facendo terapie ormonali, a cui servono poca carne rossa e molte fibre, frutta e verdura, potenti antiossidanti. Nello stesso tempo ci siamo occupati di cosa comporti per loro portare sul corpo una cicatrice indelebile con cui confrontarsi. Un compagno scomodo all'inizio che poi ha assunto un significato nuovo, la cui presenza è stata così arricchita da far nascere nelle pazienti l'idea di fare qualcosa a cui prima non avrebbero mai osato pensare: mostrarsi di fronte a una fotocamera e ad un pubblico più ampio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, 529 casi in Toscana. A Firenze 116 nuovi positivi e 3 decessi

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Nuovo Dpcm e spostamenti per andare dai congiunti fuori regione: cosa succede da sabato 16 gennaio

Torna su
FirenzeToday è in caricamento