Domenica, 21 Luglio 2024
Il caso

Vannacci “vince” contro Egonu: archiviata la querela per diffamazione

Secondo il gip nelle parole del neo europarlamentare non c’era volontà di offendere o denigrare la pallavolista

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Accusa archiviata. Niente diffamazione nei confronti della pallavolista azzurra Paola Egonu da parte del generale Roberto Vannacci, neo eurodeputato, eletto come indipendente nelle fila della Lega (ancora non ha deciso quale circoscrizione scegliere). Cosi ha deciso il gip del tribunale di Lucca Alessandro Dal Torrione che ha accolto la richiesta della procura. Era stata la stessa campionessa a querelare il generale, dopo che sul suo libro, ‘Il mondo al contrario’ Vannacci aveva scritto: “Anche se Paola Egonu è italiana di cittadinanza, è evidente che i suoi tratti somatici non rappresentano l’italianità”.

Secondo il gip nelle parole di Vannacci “non risulta emergere un superamento del limite della continenza che possa dirsi indicativo della volontà, da parte dell’indagato, di offendere gratuitamente la reputazione della Egonu, nonché di denigrarla, di sminuirne il valore, di portare un attacco indebito alla persona”. A rendere nota la motivazione è lo stesso generale su Facebook, con un post in cui commenta l’archiviazione: “Ringrazio sentitamente l'Avvocato Massimiliano Manzo, e tutto il suo staff, per l’ottimo lavoro svolto. Il gip di Lucca, dottor Alessandro Dal Torrione, nell’ordinanza di due pagine, si è espresso in favore dell'archiviazione in merito all'accusa, contestatami, di diffamazione nei confronti della pallavolista Paola Egonu”, citando poi, appunto, il passaggio della sentenza. 

Dopo la querela, depositata a Bergamo e trasmessa a Lucca per competenza territoriale, il generale Vannacci aveva scritto una lettera alla pallavolista non tanto di scuse, ma per fornire “l’interpretazione autentica delle parole e delle espressioni da me usate”, chiedendole anche un autografo. Nel frattempo, però, secondo quanto riferito dalle agenzie, la difesa di Egonu starebbe valutando ulteriori azioni.

Sui social intanto esulta il leader del Carroccio Matteo Salvini, che ha fortemente voluto la candidatura del generale alle Europee: “Bene così, viva la libertà di pensiero e di parola, sempre”, scrive su Facebook il ministro delle Infrastrutture.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vannacci “vince” contro Egonu: archiviata la querela per diffamazione
FirenzeToday è in caricamento