Vaglia, nel Mugello la 'Terra dei Fuochi' | FOTO

Per i residenti da anni lì sono sepolti i fanghi delle concerie di Santa Croce sull'Arno

Frazione di Paterno, siamo nel Comune di Vaglia nel Mugello, rifiuti tossici potrebbero essere stati sotterrati nella calce della vecchia cava dismessa. Il pm Luigi Bocciolini ha emesso un decreto di ispezione e sono cominciati gli scavi per verificare il contenuto dei materiali ammassati nell’area. L'area è al momento sotto sequestro giudiziario.

Sulla ex cava e le procedure di bonifica Rifondazione comunista aveva presentato una domanda d'attualità in Provincia di Firenze alla quale ha risposto la Giunta. L'area è stata interessata a fenomeni di inquinamento da idrocarburi nel 2001. Fu fatta la bonifica del sito relativamente alla destinazione di uso industriale. La certificazione risale al 2005.

In quello stesso anno fu cambiata in agricola la destinazione d'uso dell'area. Fu fatta una procedura di analisi del rischio che si è chiusa nel 2008 e che individua la non compatibilità dell'area con la destinazione agricola e reinserita nell'Anagrafe dei siti inquinati.

Le procedure di bonifica non sono di competenza della Provincia ma il procedimento viene avviato dalle amministrazioni comunali su richiesta di chi ha provocato l'inquinamento. La Provincia non ha poteri sostitutivi e interviene solo in sede di conferenza dei servizi.

Arpat, Corpo forestale dello Stato e Protezione Civile si sono dati appuntamento sul posto con l’assessore all’ambiente del Comune di Vaglia, il geologo Riccardo Impallomeni.

"Nell’area c'è un’alta mortalità per tumori - è la denuncia dell'assessore riportata dal Corriere della Sera - negli ultimi dieci anni sono morte almeno dieci persone. Abitavano tutte nella zona. Non può essere un caso".

Odori e colori dei materiali estratti durante il sopralluogo hanno subito destato sospetti nei tecnici che avranno bisogno di diversi giorni per effettuare i controlli chimici di rito. I residenti sarebbero certi sulla presenza di "fanghi delle concerie di Santa Croce sull’Arno" tanto che da tempo sollecitano ispezioni, ci sarebbero denunce degli anni novanta.

La beffa - in base al piano interprovinciale dei rifiuti c'è la possibilità che venga realizzata una discarica di rifiuti contenenti amianto proprio nella ex cava. La nuova Giunta di Vaglia e tutti i residenti si sono dichiarati contrari e pronti a battersi per la non realizzazione del sito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

  • Coronavirus: sfondata quota 1.000 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento