rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
covid

Vaccinazioni tra i 5 e i 12 anni, Giani: "Il vaccino non è obbligatorio, ma invitiamo i genitori a proteggere i bambini"

I ricoverati per covid sono circa 300, ovvero il 5%, dato ben lontano dal limite del 15% che porterebbe la Toscana in zona Gialla, per questo motivo il presidente ha affermato che questo sarà un Natale senza restrizioni

Ieri sera il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha fatto il punto sulla vaccinazione e sulla situazione sanitaria della Toscana. In Toscana, ha spiegato Giani in diretta su Facebook, si potrà prenotare la vaccinazione per i bambini dai 5 agli 11 anni, come da circolare ministeriale, a partire da venerdì 10 dicembre, la campagna vaccinale inizierà invece dal 16 dello stesso mese.

"Sarà una dose minore rispetto a quella per gli adulti, negli hub ci saranno spazi riservati ai bambini per metterli a loro agio con musica e immagini che riportano serenità" aggiunge il Presidente che ricorda "il vaccino non sarà obbligatorio non porterà ad avere un Green pass e i bimbi potranno seguire i loro genitori nei luoghi della vita sociale, sia che si siano vaccinati sia che non lo siano. Noi però stimoliamo i genitori a proteggere i loro bambini con il vaccino, vista la funzionalità, visto gli effetti chiaramente positivi di un vaccino che oggi ci consente di circolare liberamente mentre l'anno scorso eravamo in zona rossa". Gli under 12 in regione sono circa 215mila.

I dati delle vaccinazioni in Toscana

Le dosi utilizzate di vaccino sono 6milioni e mezzo, il Presidente ricorda che le persone non vaccinate in Toscana sono  circa 600mila, su 3,7 milioni, questo dato porta la Toscana ad essere al primo posto in Italia per percentuale di popolazione vaccinata (80,8% hanno completato il ciclo) e agli ultimi posti per i contagi: "La Toscana è negli ultimi posti, siamo tra le Regioni più virtuose ma ciò non significa che il contagio non ci sia, è necessario usare mascherine e evitare assembramenti".

I ricoverati per covid sono circa 300, ovvero il 5%, dato ben lontano dal limite del 15% che porterebbe la Toscana in zona Gialla, per questo motivo il presidente ha affermato che questo sarà un Natale senza restrizioni: "Queste vacanze possono riportare serenità nel momento in cui vi è un controllo della situazione. C'è la circolazione, c'è la possibilità di approcciare ai nostri esercizi commerciali, di consentire alle persone di lavorare e di andare a scuola con tranquillità ai bambini. L'obiettivo è di vaccinarli e sentirli parte della nostra comunità, della nostra società".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni tra i 5 e i 12 anni, Giani: "Il vaccino non è obbligatorio, ma invitiamo i genitori a proteggere i bambini"

FirenzeToday è in caricamento