Ubriaco urina sulla tramvia e aggredisce il conducente, il sindacato: “Situazione grave”

Nello stesso giorno due casi di aggressioni verbali e fisiche contro gli autisti, Milli: “L'azienda ponga più attenzione al problema"

Due casi di aggressioni verbali e fisiche contro i conducenti della tramvia. A denunciarle è Massimo Milli, della segreteria provinciale del sindacato Faisa Cisal, che parla di "situazione grave".

Entrambi i casi sono avvenuti al capolinea della linea 1 di Careggi, all'inizio delle corse, poco dopo le 5 del mattino, e al termine, a mezzanotte e mezza circa, nella giornata di mercoledì 18 settembre, due giorni fa.

Nel primo caso, un uomo è salito a bordo e, visibilmente ubriaco e barcollante, riferisce il sindacalista, ha urinato sopra il convoglio. Alle richieste di scendere, avrebbe inveito violentemente contro il conducente, finendoci anche addosso.

Il secondo episodio è successo ad un altro conducente, ma sempre, appunto, la terminal di Careggi, con un uomo che, a bordo del convoglio, non ne voleva sapere di scendere.

“Siamo costretti a segnalare altri due episodi di violenza verbale e fisica. Manifestando tutta la nostra solidarietà e vicinanza ai colleghi sopracitati, cogliamo l'occasione per chiedere all'azienda Gest un impegno a porre maggiore attenzione verso questo problema, in via di espansione e non più
gestibile, individuando soluzioni per garantire e preservare la sicurezza di tutto il personale viaggiante, con particolare attenzione ai conducenti”, dichiara Milli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Peraltro - prosegue il sindacalista -, invitiamo chi di dovere ad intervenire e prendersi cura di queste persone che, alcune stazionanti nelle vicinanze di Careggi, hanno indubbiamente bisogno di assistenza sociale e di cure”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • Incendio in fabbrica a Mantignano: colonna di fumo sulla città / FOTO

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Caffè Rivoire, nuovo proprietario: "Ne farò un brand internazionale da esportare nei luxury mall"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento