menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università straniere a Firenze: rimpatri e stop alle lezioni

Le università statunitensi corrono ai ripari tra la paura di contagio da Covid-19 e quella di possibili restrizioni ai viaggiatori

Tra l'assalto ai supermercati e la ricerca di mascherine e disinfettanti, anche Firenze - come tutta l'Italia - è caduta nella psicosi da Coronavirus. Non sono rimaste immuni a questo momento di panico neanche le università straniere con sede a Firenze. Molte, dal 25 febbraio, hanno indetto lo stop delle lezioni ed alcune hanno fortemente invitato gli studenti a tornare a casa

Anche se tutte le strutture confermano di non aver nessun caso di contagio tra gli alunni, preferiscono far rimpatriare i ragazzi e organizzare lezioni in videoconferenza.

Le università coinvolte sono la Syracuse University, la James Madison University, la Stanford University, la New York University, la Elon University, la Fairfield University e la Florida International University.

Due nuovi casi in Toscana

In particolare alla Syracuse University le lezioni sono state bloccare dal 27 febbraio, ma l'università rimarrà aperta, e stanno organizzando il rimpatrio di tutti i 342 studenti.

La James Madison University ha annullato tutte le gite che avrebbero portato gli studenti al di fuori del campus e ha proibito ai suoi studenti di viaggiare nelle regioni a rischio.

Per quanto riguarda la Stanford University ancora una decisione (se bloccare per qualche settimana o per tutto il periodo le lezioni) non è stata presa riguardo ai programmi del "BOSP Spring Quarter". Ernest Miranda, Senior Director of Media Relation della Stanford, ha spiegato che l'università continuerà a monitorare la situazione e deciderà entro il 20 marzo. Agli studenti è stato fortemente consigliato di tornare a casa "prevalentemente per evitare che debbano affrontare possibili restrizioni di viaggio in Italia".

Coronavirus all'Unifi: controlli per docenti e compagni di corso

La New York University ha deciso di bloccare le lezioni dal 26 febbraio e ha annunciato che le lezioni in remoto inizieranno dal 2 marzo. Anche in questo caso l'università ha fortemente consigliato il rimpatrio degli studenti e come ha spiegato John Beckman (Senior Vice President for Public Affairs and Strategic Communications) "a tutti i 300 studenti è stato chiesto di tornare a casa. Provvederemo a dare supporto nel comprare i biglietti aerei agli studenti che lo chiederanno". La direzione spera che il 29 marzo gli studenti possano tornare a Villa la Pietra, sede dell'università.

I programmi in Italia, Giappone, Sud Corea e Singapore della Florida International University sono stati cancellati. Dipendenti e studenti hanno avuto l'ordine di tornare negli Stati Uniti.

Le lezioni della Elon University a Firenze sono state sospese per questo semestre. Gli studenti e il personale statunitense dovranno tornare dall'Italia entro questa settimana. La decisione anche in questo caso è stata presa dalla sede centrale visto l'aumentare dei casi nella Penisola e per paura di un possibile blocco dei trasporti.

Prenotazioni in calo all'Enoteca Pinchiorri

La Fairfield University of the Arts ha chiuso e ha chiesto ai suoi studenti e dipendenti di rientrare in Italia entro il 29 febbraio. Gli studenti avranno la possibilità di seguire corsi online e ibridi grazie all'appoggio della sede in Connecticut.

Non è un'università ma anche il Kunsthistorisches Institut in Florence ha deciso di bloccare, dal 25 febbraio al 2 marzo, l'ingresso all'istituto agli estranei e tutti gli eventi sono stati rimandati.

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento