menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Università, record di matricole a Firenze: quest'anno sono oltre 10mila

Obiettivo raggiunto al sesto e ultimo anno di mandato del rettore Luigi Dei:

Nei sei anni al vertice dell'Università di Firenze "il numero delle matricole è aumentato del 26%, superando quest'anno quota 10.000, il dato più alto degli ultimi venti anni".

Lo sottolinea il rettore Luigi Dei, durante l'inaugurazione dell'anno accademico di questa mattina, arrivato all'ultimo anno di mandato. Si tratta, spiega, di un "risultato verosimilmente collegato anche a un'attenta revisione dell'offerta formativa e alla istituzione ogni anno di nuovi percorsi sempre più aderenti alla rapida evoluzione del mercato del lavoro".

A questo proposito, aggiunge, "giova ricordare gli ottimi risultati delle due nuove lauree triennali in ingegneria gestionale e ingegneria biomedica. Grazie a un costante ed eccellente lavoro di orientamento e tutorato in questi sei anni è cresciuta di circa il 18% la produttività degli studenti, in termini di esami superati con esito positivo; la percentuale di studenti in corso è aumentata del 4%, e oggi oltre i tre quarti dei nostri studenti sono in corso. Infine, è significativamente cresciuto, di oltre il 15%, il numero di studenti che riescono a conseguire il titolo negli anni previsti dal percorso formativo".

"Siamo consapevoli delle difficoltà" patite dall'università "ma la luce è in fondo al tunnel: i vaccini" e "la capacità di vedere il periodo della primavera e dell'estate, in cui le condizioni climatiche consentiranno di rientrare, hanno solo rinviato il ritorno in aula in presenza che il rettore Luigi Dei ha sempre perseguito con la sua sensibilità". Così invece il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che sottolinea il concetto nel corso del saluto inviato in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico 2020-21 dell'Università di Firenze.

"Siate orgogliosi di appartenere a questo ateneo. Tutti insieme cerchiamo di creare quelle sinergie, tra territorio, Regione e ateneo, per rendere sempre l'università aperta al mondo del lavoro e alla società", ha aggiunto Giani rivolto alle ragazze e ai ragazzi.

Un messaggio anche dal sindaco Dario Nardella. "Quest'anno, per via della pandemia il salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio che tradizionalmente accoglieva questa giornata, resterà malinconicamente vuoto. In questi mesi abbiamo affrontato l'emergenza sanitaria con serietà, responsabilità e c'è stata piena sintona con l'università, con la quale abbiamo condiviso un impegno di lungo corso su un tema centrale e non più rinviabile, quello - ha sottolineato il primo cittadino -, della sostenibilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento