Uffizi: viaggio nel cantiere infinito / FOTO e VIDEO

La gru del piazzale degli Uffizi, forse se ne andrà nel 2024, c'è ancora molto lavoro da fare

Eike Schmidt (in centro) con l'arch. Fortino, sulla destra

Questa mattina visita straordinaria per giornalisti e politici locali al cantiere dei Nuovi Uffizi. Tanti cittadini si chiedono quando le gru del piazzale, che secondo molti rovinano lo skyline della piazza, saranno dismesse. L'attesa è ancora lunga, il cantiere si concluderà nel 2024. Lo ha detto Eike Schmidt a margine della visita.

"La prima metà dei lavori sono durati 10 anni - ha detto il direttore del complesso museale - ma la seconda metà dei lavori non durerà 10 anni perché abbiamo messo insieme il terzo e il quarto stralcio. Siamo oltre la metà dei lavori e li concluderemo entro 4 anni e mezzo, senza mai chiudere il museo".

Il terzo stralcio di lavori prevede la realizzazione di un nuovo ingresso, di un ristorate e interventi sulle sale del piano terra.

Il quarto e ultimo lotto comprende interventi all'impiantistica, la realizzazione dello scalone di Ponente, di un nuovo bookshop e la sistemazione di 12 sale per esposizioni. Il direttore Schmidt ha spiegato che il progetto per la conclusione dei lavori "è già tutto finanziato quindi possiamo andare avanti senza problemi". Per finire i lavori "Nel 2015 - ha detto - abbiamo ricevuto 18 milioni ai quali vengono aggiunti 30 dei 40 milioni ricevuti dallo stralcio cultura e turismo del 2016".

Gli altri 10 milioni invece serviranno per la riapertura del Corridoio Vasariano, molto curioso il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani che ha voluto sapere quando sarà fruibile al pubblico il corridoio (che era visitabile fino alla prima guerra mondiale). Schmidt gli ha risposto dicendogli che: "Non prima del 2021 il corridoio sarà pronto". 

I nuovi uffizi avranno un nuovo ingresso e una nuova uscita in piazza del Grano. I lavori adesso si  stanno concentrando sulle ex scuderie che sono in corso di restauro e in futuro saranno visitabili per essere fruite dai visitatori. Mentre nell'ambiente delle vecchi poste reali e della Zecca di Stato sarà realizzata la sala ristorante. 

Alla fine dei lavori si passerà da 6 mila a 12 mila metri quadrati di spazi espositivi e si stima che i visitatori passeranno da 900 a 1200. 

In passato è già stata inaugurato il grande scalone di ponente che porta nelle sale del Pontormo e Caravaggio. Nel mezzanino (tra primo e secondo piano) si trova il deposito delle opere che non vengono esposte: un vero e proprio gioiello. La collezione di autoritratti più grande al mondo che risale ai tempi di Pietro Leopoldo.

IL VIDEO DEL CANTIERE 

Nodo gordiano del cantiere è  la loggia di Isozaki. "Da un punto di vista amministrativo locale è già stato sciolto molti anni fa, Isozaki ha vinto il concorso nel 1999, cinque anni dopo ha vinto anche il ricorso quindi sarebbe da eseguire, tuttavia i permessi concreti devono essere autorizzati dal ministero a Roma, e se queste autorizzazioni arrivassero nei prossimi mesi saremmo in tempo per completare la loggia ben prima del 2024". Ha ha detto Eike Schmidt. "Senza loggia - ha aggiunto - ci rimarrebbe un gran buco, e nessuno vuole un grande buco nel centro di Firenze e un teorico piano ''B'' significherebbe un rallentamento lavori di non meno di 5 anni e credo che nessun fiorentino voglia vedere le gru fino al 2030".

Sull'argomento è intervenuto anche il responsabile del cantiere, l'architetto Francesco Fortino che ha detto di aver: "Segnalato al ministero l'urgenza di decidere nel merito, da una parte per le interferenze da un punto di vista costruttivo della loggia con il cantiere che stiamo portando avanti e dall'altra perché comunque non si può pensare di finire i lavori dei 'Nuovi Uffizi' senza avere un'uscita degna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

  • Mette in scena il suo funerale con tanto di carro d'epoca e corteo funebre

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento