Ufficio immigrazione, manca la sanificazione: stranieri in coda per il permesso di soggiorno 

Disagio temporaneo. La questura non rinuncia a dare i permessi

Stranieri in coda davanti alla Fadini

In coda per il permesso di soggiorno. Uno scenario quasi ordinario prima che la questura introducesse la procedura digitale e che adesso, dopo lo stop imposto dal Covid-19, si è ripresentato. Il serpentone non si è però formato all'esterno degli uffici di Via della Fortezza, al momento serrati perché ancora in attesa della sanificazione, ma nella strada parallela fuori dall'ex caserma Fadini di Via Fausto Dionisi. 

Tutti in coda quindi per permessi di soggiorno e passaporti, con gli agenti costretti a destreggiarsi tra domande e rallentamenti per garantire il servizio e smaltire anche gli arretrati legati al lockdown.

Gli uffici chiariscono come si tratti di una situazione di disagio temporaneo, in via di risoluzione, a cui sta facendo fronte la polizia per non rinunciare a consegnare i permessi di soggiorno ai cittadini stranieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prelievi del sangue: anziani in coda sotto al sole 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento