Ufficio immigrazione, manca la sanificazione: stranieri in coda per il permesso di soggiorno 

Disagio temporaneo. La questura non rinuncia a dare i permessi

Stranieri in coda davanti alla Fadini

In coda per il permesso di soggiorno. Uno scenario quasi ordinario prima che la questura introducesse la procedura digitale e che adesso, dopo lo stop imposto dal Covid-19, si è ripresentato. Il serpentone non si è però formato all'esterno degli uffici di Via della Fortezza, al momento serrati perché ancora in attesa della sanificazione, ma nella strada parallela fuori dall'ex caserma Fadini di Via Fausto Dionisi. 

Tutti in coda quindi per permessi di soggiorno e passaporti, con gli agenti costretti a destreggiarsi tra domande e rallentamenti per garantire il servizio e smaltire anche gli arretrati legati al lockdown.

Gli uffici chiariscono come si tratti di una situazione di disagio temporaneo, in via di risoluzione, a cui sta facendo fronte la polizia per non rinunciare a consegnare i permessi di soggiorno ai cittadini stranieri.

Prelievi del sangue: anziani in coda sotto al sole 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • In Toscana torna il weekend in zona gialla: cosa si può fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 16 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 18 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento