Porta a Prato: gli negano la birra, peruviano ubriaco aggredisce ristoratori e danneggia il locale

Caos in via del Ponte alle Mosse. L'uomo è stato denunciato

Un cittadino peruviano di 42 anni è stato denunciato ieri pomeriggio in via Ponte alle Mosse per immigrazione irregolare e danneggiamento, oltre ad essere sanzionato per ubriachezza.

L'uomo, secondo quanto ricostruito dagli agenti, avrebbe scatenato il caos all'interno di un ristorante che si affaccia sulla via, perchè pur essendo entrato nel locale già ubriaco, pretendeva che il barista gli servisse comunque da bere altra birra.

Al netto rifiuto di quest'ultimo, invece, l'uomo si è scagliato contro la moglie del titolare del locale, prendendola a spintoni e minacciandola pesantemente.

Quindi ha preso a calci la porta a vetri del ristorante, danneggiandola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima che riuscisse a darsi alla fuga, però, sono intevenute le volanti. Così, intorno alle 17.30, il 42enne è stato bloccato e denunciato dagli agenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Coronavirus: gita in Sicilia, focolaio nel Chianti

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento