rotate-mobile
Cronaca

Turismo 'gay friendly': via ai corsi per sensibilizzare alberghi e ristoranti

L'assessore Concia: “Prevenire discriminazioni, migliorare l’accoglienza e intercettare questo segmento turistico”

Corsi di sensibilizzazione per promuovere il turismo omosessuale e un'accoglienza 'gay friendly'. Li prevede la campagna di sensibilizzazione nei confronti del turismo Lgbt promossa dal Comune di Firenze e approvata ieri con una delibera di giunta, diretta ad albergatori, ristoratori e operatori del settore turistico.

Firenze come meta gay friendly

“L’obiettivo è far diventare Firenze una meta sempre più gay friendly - spiega l’assessora al turismo Anna Paola Concia –, dove chiunque possa trovare rispetto, sensibilità e accoglienza. Abbiamo pensato di organizzare questi corsi dopo alcuni episodi accaduti in Italia che hanno visto turisti gay rifiutati dalle strutture ricettive. Per questo saranno organizzati corsi che affronteranno tematiche volte a migliorare l’accoglienza”.

Concia: "Prevenire la discriminazione"

In particolare, l'assessore spiega che saranno acquisite conoscenze e strumenti operativi per comprendere e superare i meccanismi e i comportamenti che ostacolano l’accoglienza della clientela Lgbt, e una modalità di qualificazione delle strutture come aziende turistiche gay friendly.

“Intendiamo lavorare per prevenire episodi di discriminazione e migliorare sempre di più l’ospitalità – conclude Concia -, sviluppando contemporaneamente strategie di marketing per intercettare questo segmento turistico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo 'gay friendly': via ai corsi per sensibilizzare alberghi e ristoranti

FirenzeToday è in caricamento