menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treni: cosa cambia in stazioni e a bordo dei Regionali 

Tutte le novità

Viaggiare in treno durante la ripartenza che ha seguito il lockdown. Il Gruppo FS ha predisposto tutto per rendere possibile il distanziamento sociale e l'igienizzazione dei convogli.  

I treni a disposizione dei viaggiatori
Da lunedì 4 maggio sono circa 3.800 i treni regionali programmati. Per i viaggi di media e lunga percorrenza 12 Frecce e 6 InterCity viaggeranno sulle principali direttrici del Paese. Nel periodo di minore attività i treni sono stati oggetto di attività straordinarie per garantire la massima efficienza dei convogli e interventi di manutenzione interna. Durante la prima fase dell’emergenza sanitaria, Trenitalia ha garantito i servizi essenziali per quanti dovevano viaggiare in base a quanto stabilito dalle disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalle Autorità competenti. Da inizio marzo, in conseguenza del lockdown, Trenitalia ha ridotto l’offerta delle Frecce e, d’accordo con i Committenti del servizio (Stato e Regioni), anche quella degli InterCity e dei treni regionali.

In stazione
Nelle stazioni Rete Ferroviaria Italiana ha adottato misure adeguate per separare i flussi dei passeggeri in entrata e in uscita e per garantire, sui marciapiedi, il distanziamento fra i viaggiatori in arrivo e in partenza. RFI, secondo quanto previsto dal DPCM del 26 aprile 2020, sta attrezzando le stazioni con pannelli informativi e dispenser per gel igienizzante in prossimità dei binari oltre al potenziamento della segnaletica che indica i percorsi. Attivati anche presidi sanitari per controlli ai viaggiatori con termo scanner, acquistati dal Gruppo FS Italiane.

Igiene e sanificazione dei treni e delle stazioni
Le stazioni sono sanificate con interventi di pulizia specifici mentre le sale d’attesa sono chiuse per rispettare il divieto di assembramento e le distanze di sicurezza definite dai decreti governativi. Le stesse attività sono state eseguite anche per biglietterie, self service, FrecciaDesk, FrecciaLounge, FrecciaClub e SalaFreccia.
Trenitalia, fin dai primi giorni dell’emergenza COVID-19, ha potenziato le procedure per l’igiene e la sanificazione dei treni, riducendo i tempi fra una sessione di pulizia e l’altra.

Inoltre sono state condivise e approvate, con esperti del settore, nuove procedure, per affinare e migliorare gli interventi di igienizzazione e sanificazione della flotta e degli ambienti di stazione. Interventi fondamentali per garantire un viaggio sicuro ai passeggeri e ai dipendenti. Le nuove attività di pulizia (nebulizzazione e vaporizzazione degli spazi) fatte con moderni strumenti, attestate da un ente esterno, permettono un’igiene profonda di sedili, bagagliere, tavolini e di tutte le superfici a contatto con i passeggeri.


Interventi particolari sono stati dedicati alla pulizia e sanificazione degli impianti di climatizzazione dei treni, all’installazione di dispenser di gel disinfettante per mani nei bagni e nei vestiboli dei convogli e l’igienizzazione di superfici e ambienti durante le soste più lunghe dei treni in stazione. Le attività proprie del pulitore viaggiante, infine, sono state potenziate per tutta la flotta di Trenitalia. Il pulitore viaggiante, oltre a garantire la pulizia, interviene per igienizzare e sanificare gli spazi anche durante il viaggio, a tutela della salute dei viaggiatori e dei dipendenti. Infine, su Frecciarossa e Frecciargento saranno presenti QR Code dove i viaggiatori possono verificare i processi di pulizia e sanificazione adottati da Trenitalia.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in arrivo il pass vaccinale per spostarsi in libertà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento