Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Tratta di piccoli calciatori africani: indagato il presidente della Sestese

Venivano fatti entrare illegalmente in Italia. Indagini della polizia anche su partite truccate

Filippo Giusti, presidente della Sestese Calcio, è una delle 4 persone che questa mattina sono state sottoposte a una misura cautelare per immigrazione clandestina, falso documentale e favoreggiamento reale. Assieme a lui anche il presidente del Prato. Avrebbero fatto entrare illegalmente in Italia minori provenienti dall’Africa, prevalentemente dalla Costa d’Avorio, per poi destinarli alle loro squadre di calcio. Avrebbero procurato documentazione falsa all’ambasciata italiana di Abidjain e poi presso l'Ufficio Immigrazione della Questura di Prato al fine di ottenere il rilascio dei visti di ingresso per motivi di ricongiungimento familiare. Colpiti da misure cautelari anche un procuratore sportivo, e a una donna di origine ivoriana.

Le indagini riguardano anche alcune partite truccate. La squadra mobile della polizia di Prato, che si sta occupando del caso, ha raccolto riscontri in merito all'alterazione di 11 partite tra Lega Pro, Categoria Eccellenza Toscana, Campionato Regionale Toscano di Promozione.

Sono in corso 12 perquisizioni, anche a carico di arbitri di calcio, presidenti, segretari e direttori sportivi di altre società di calcio.

Nel corso dell'operazione svolta dagli investigatori della mobile di Prato, sono arrivate 11 informazioni di garanzia sempre per la violazione delle norme connesse all'alterazione dei risultati delle partite, tra cui molti giovani giocatori di calcio delle serie dilettantistiche.

E’ stata poi acquisita documentazione presso 2 squadre di serie A, una di serie B e una di Lega Pro. Le operazione di polizia interessano le province di Prato, Firenze, Rimini, Pistoia, Siena, Pisa, Perugia, Arezzo.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tratta di piccoli calciatori africani: indagato il presidente della Sestese

FirenzeToday è in caricamento