menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tramvia, Nardella annuncia modifiche: arriverà vicino al Duomo

Il sindaco: "Tecnici già al lavoro per farla arrivare in fondo a via Cavour"

Una linea della tramvia che arrivi nei pressi del Duomo, in fondo a via Cavour per la precisione, di fronte a Palazzo Medici Riccardi, a pochi passi dalla cupola del Brunelleschi.

E' l'idea lanciata oggi nel Salone dei Cinquecento dal sindaco Dario Nardella, in un lungo e corposo discorso nel quale, esattamente un anno dopo il discorso programmatico per il secondo mandato, ha annunciato il piano 'Rinasce Firenze', che prevede una serie di iniziative sul come dovrà svilupparsi la Firenze del dopo coronavirus.

Quanto al capitolo del trasporto pubblico, "i nostri uffici stanno già elaborando la proposta di fare arrivare una linea della tramvia della 'variante piazza Libertà' (il tratto Fortezza - viale Lavagnini - Libertà - San Marco, ndr) non più solo a piazza San Marco, ma fino a tutta via Cavour, all'inizio di via Martelli (cioè all'incrocio tra via Cavour e via dei Pucci, ndr)", le parole del sindaco alla platea del Salone, dove sedevano rappresentanti delle istituzioni, delle forze dell'ordine, delle categorie economiche, degli industriali e dei sindacati.

Una tramvia che dunque arriverebbe a poche decine di metri da piazza del Duomo. "Ma non dite che farò passare la tramvia da piazza del Duomo, questo non succederà. La pedonalizzazione come è adesso resterà", specifica poi Nardella a margine con i giornalisti.

Per ora non ci sono altri dettagli su tempi, costi e quant'altro. Sicuramente servirà una variante all'attuale progetto, che consenta per lo meno di lasciare in piazza San Marco i binari 'monchi' (come per esempio si vedono ora di fronte alla Fortezza da Basso) in direzione di via Cavour, così da poter poi realizzare l'ultimo tratto anche in un secondo momento.

Come riferisce l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, su via Cavour potrebbero passare sia una mono-rotaia che due binari paralleli. "Via Cavour è ampia, ai lati potrebbe continuare a circolare anche il traffico veicolare", dice Giorgetti. L'unico restringimento è proprio di fronte a Palazzo Medici Riccardi, dove potrebbe concludersi un breve tratto con una monorotaia.

La proposta è sul tavolo e "i tecnici sono al lavoro". Per parlare di tempi ancora è presto. Già è slittato di parecchi mesi, causa emergenza Covid 19, l'avvio dei cantieri per il braccio San Marco. Dovevano iniziare entro quest'estate. Come riferito la scorsa settimana dallo stesso Giorgetti, non partiranno prima dell'inizio del 2021.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Eventi

Castello di Sammezzano: esauriti i posti per le visite del Fai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento