Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Tramvia, prima prova a batteria: "Test che apre la strada per l'eliminazione dei pali" / FOTO

Viaggio senza alimentazione elettrica tra la stazione e la Fortezza da Basso, il sindaco Nardella: "Significativo passo avanti"

Ieri sera primo viaggio prova della tramvia a batteria nel tratto tra la fermata Stazione-Alamanni e la Fortezza.

Un convoglio Sirio, con a bordo i sindaci di Firenze e Scandicci Dario Nardella e Sandro Fallani, l'assessore comunale alla mobilità Stefano Giorgetti e l'ad di Gest, la società che gestisce la tramvia, Jean-Luc Laugaa, già utilizzato sulle linee T1 e T2 ma modificato da Hitachi Rail per viaggiare senza l’alimentazione elettrica ha dunque effettuato la prima prova sul campo dopo i numerosi test in laboratorio e nel deposito della stessa Gest.

Il convoglio modificato a batterie è arrivato con la normale alimentazione fino alla fermata Stazione-Alamanni da dove, alle 21.30, con il pantografo (la struttura che collega i convogli alla rete elettrica) abbassato, quindi con alimentazione a batterie, ha proseguito fino a Stazione-Valfonda e successivamente fino alla Fortezza. Il test, su un tragitto comunque breve, è andato bene, riferiscono da Palazzo Vecchio.

"Le risultanze del test aprono la strada all’eliminazione dei pali da piazza della Stazione, per arrivare ad un trasporto pubblico, tanto più nei centri storici, sempre meno impattante e sempre più sostenibile. Il progetto per la tratta di Bagno a Ripoli prevede circa 2,5 chilometri senza pali. I nuovi tram dovranno quindi avere una doppia alimentazione, sia dalla linea aerea che con le batterie. Un altro significativo passo avanti per il sistema delle tramvie a Firenze”, commenta Nardella. Sui tempi dell'eliminazione dei pali però ancora nessun dettaglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tramvia, prima prova a batteria: "Test che apre la strada per l'eliminazione dei pali" / FOTO

FirenzeToday è in caricamento