rotate-mobile

Tramvia Prato-Peretola: il progetto è in rampa di lancio \ VIDEO

Un collegamento lungo sedici chilometri

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Entro il 31 ottobre sarà presentato al bando pubblico del Ministero delle Infrastrutture il progetto di fattibilità relativo alla realizzazione del collegamento tramviario fra Prato e Peretola. Collegamento della lunghezza complessiva di 16 km, cinque dei quali nell'area pratese e i restanti 11 in quella fiorentina. Nello specifico, il percorso andrà dalla Stazione di Prato fino alla zona del Pecci, continuando poi per Campi Bisenzio, l'area dell'Osmannoro, fino a raggiungere Peretola. L'entità di finanziamento previsto dal bando non è ancora chiara, mentre si conosce la somma necessaria per condurre a compimento il progetto: fra gli 800 e i 900 milioni di euro. I tempi? Difficile, se non impossibile, stabilirli al momento, per stessa ammissione di Eugenio Giani.

"Lunedì verranno attribuiti incarichi professionali per 250mila euro da parte della Giunta Regionale - ha detto il presidente della Regione Toscana - Ho già parlato del progetto - trovando piena condivisione - nel tavolo di vigilanza sull'elaborazione dei tracciati tramviari. Questo metro-tram sarà un mezzo diverso rispetto a quello che a Firenze arriva con la linea 2 a Peretola. Avremo una fermata ogni 400/500 metri nelle aree con meno densità abitativa, con una velocità commerciale che arriverà a 70 km/h".

A differenza di quanto si era pensato in passato, l'intenzione è quella di partire coi lavori da Prato con un primo lotto di circa 8/10 km che da Prato arrivi a Campi Bisenzio. Il progetto ha trovato il pieno appoggio della candidata sindaca del Partito Democrato, Ilaria Bugetti, che ha deciso di inserirlo nel proprio programma politico in vista delle elezioni amministrative pratesi.

"Si tratta di un'occasione d'oro per Prato. Non possiamo lasciarcela sfuggire per rendere più dinamica la nostra città e per garantire un importante sviluppo turistico e economico".

Circa i tempi di realizzazione, il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, ha aggiunto: "Tempi lenti? I comuni e le regioni hanno fatto capire di essere in grado di dare risposte nei tempi richiesti dall'Europa come è stato dimostrato dal Pnrr, che tuttavia prevede uno snellimento non solo nel codice degli appalti, ma nella filiera complessiva dell'affidamento di un lavoro pubblico".

Video popolari

FirenzeToday è in caricamento