Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Tramvie: sale la tassa di soggiorno contro i tagli in Ataf

Confermato anche l'aumento del prezzo del biglietto. Nardella: "Nuove linee e più corse notturne e nel week end"

Un aumento della tassa di soggiorno per scongiurare il taglio di 1,5 milioni di chilometri di corse dei bus dell'Ataf. Lo annuncia il sindaco Dario Nardella, oggi in consiglio comunale, facendo il punto sulla riorganizzazione complessiva del trasporto pubblico locale previsto con la futura messa in servizio delle linee 2 e 3 della tramvia.

Fine dei lavori e messa in servizio

I lavori per le nuove linee della tramvia dovrebbero terminare a fine febbraio, poi ci saranno i collaudi: entreranno in funzione per il pubblico a fine maggio/inizio giugno. Da quel momento spariranno le linee degli autobus che oggi effettuano i percorsi che saranno serviti dalla tramvia: un taglio appunto di 1,5 milioni di chilometri di corse, che avrebbe comportato il rischio esubero per 80 autisti dell'Ataf.

Tassa di soggiorno e lotta all'evasione fiscale

Per scongiurare il taglio e gli esuberi il sindaco si è impegnato oggi in consiglio a trovare 4 milioni di euro. “Arriveranno dalla lotta all'evasione fiscale e dall'aumento della tassa di soggiorno. Una tassa giusta, i turisti sono una grande risorsa per la città ma anche una fonte di spesa in termini di pulizia, trasporti, sicurezza”, ha detto Nardella. L'ammontare dell'aumento dovrebbe essere reso noto domani, dopo l'incontro tra l'assessore al bilancio Lorenzo Perra e i rappresentanti delle categorie economiche interessate.

Nuove corse in periferia, di notte e nei week end

Il milione e mezzo di chilometri di corse che saranno così salvate saranno utilizzate per nuove linee Ataf in periferia, per collegare alle linee della tramvia i quartieri ora non collegati e per potenziare le corse durante il week end e in orario notturno.

Aumenta il costo del biglietto

Confermato anche l'aumento del costo del biglietto da una corsa dell'Ataf, da 1,20 a 1,50 euro. “Un aumento che non dipende da noi, era già previsto da anni, nella gara per l'affidamento del servizio pubblico locale su base regionale”, precisa Nardella. Non salirà invece il costo degli abbonamenti. L'aumento scatterà a giugno, in contemporanea alla messa in esercizio delle nuove linee della tramvia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tramvie: sale la tassa di soggiorno contro i tagli in Ataf

FirenzeToday è in caricamento