Tramvia, Palazzo Vecchio 'bacchetta' Gest: “No aumento corse ma garantire puntualità”

L'assessore Giorgetti in consiglio comunale: “Negli orari di punta fino ad un convoglio su tre è in ritardo, potenzieremo 'Guidoni' per alleggerire 'Villa Costanza'”

Dopo le polemiche delle ultime settimane inerenti all'affollamento sui convogli della tramvia, l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti oggi in consiglio comunale ha richiamato Gest, la società che gestisce la tramvia, chiedendo di migliorare la situazione sul fronte puntualità.

Allo stesso tempo l'assessore, rispondendo ad un question time della consigliera del Pd Alessandra Innocenti, ha smentito (almeno per il momento) un'aumento della frequenza delle corse.

“Delle [ipotetiche] 48 corse in più abbiamo lo abbiamo letto di giornali”, premette Giorgetti. “Nel recente incontro con Gest e con il comune di Scandicci sui problemi relativi all'utilizzo della tramvia nei momenti di punta, soprattuto riguardo la linea 1 con partenza da Villa Costanza, non è emersa da parte di Gest alcuna ipotesi di nuove corse”, dice l'assessore (le indiscrezioni parlavano della possibilità di passare dall'attuale frequenza di un convoglio ogni 4 minuti e 20 secondi ad una frequenza di ogni 4 minuti).

“Anche perché l'aumento delle frequenze potrebbe creare problemi in zona stazione (dove già la situazione non è semplicissima, ndr) e piazza Dalmazia”, sottolinea Giorgetti.

“Piuttosto dobbiamo lavorare sulla regolarità del servizio, perché oggi in alcuni orari un convoglio su tre non è puntuale”, la 'bacchettata' di Giorgetti a Gest.

L'assessore annuncia di aver chiesto a Gest un tram in più a Villa Costanza in alcuni orari, “ma per garantire la frequenza ogni 4' e 20'', non per aumentarla”, specifica il titolare delle deleghe alla mobilità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per migliorare la situazione di affollamento a Villa Costanza abbiamo chiesto a Gest di far partire un convoglio ogni tre dalla fermata De André invece che dal capolinea (perché spesso i convogli a Villa Costanza si riempiono subito di turisti, partendo vuoti da De André sarebbero invece solo per i 'cittadini', ndr). Allo stesso tempo - conclude Giorgetti -, lavoreremo per potenziare l'afflusso sull'interscambio di viale Guidoni, (magari facendoci arrivare anche dei pullman turistici, ndr) così da liberare parte dell'affollamento a Villa Costanza. Monitoreremo la situazione e poi eventualmente prenderemo nuove decisioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento