Cronaca

Zona rossa, Giani contro il governo: "Dati vecchi, sorpresa e amarezza"

Il governatore: "Perplessità rappresentate a Roma. Toscana in grado di tornare a restrizioni minori"

"Esprimo sorpresa e amarezza perché i dati su cui è fondata sono quelli della settimana 1-8 novembre". Lo scrive su Facebook il governatore della Toscana Eugenio Giani, commentando l'ordinanza del governo che ha inserito la Toscana fra le zone rosse, quelle in cui ci sono le maggiori restrizioni. 

"Negli ultimi giorni - ha aggiunto Giani - ho visto in Toscana un cauto ma oggettivo sollievo perché la curva pandemica tende a rallentare e stabilizzarsi. Ritenevo quindi che potesse mantenersi il livello arancione senza accedere alla zona rossa".

"Ho rappresentato tutte le mie perplessità e dubbi alle autorità ministeriali, - ha spiegato ancora - considerato il duro lavoro svolto dal sistema sanitario regionale e i sacrifici chiesti a tutti i toscani".

Giani ha comunque specificato: "Sono uomo delle Istituzioni, mi impegnerò per attuare quanto deciso nel modo meno sofferto possibile per i cittadini. Dobbiamo uscirne presto con l’impegno e la responsabilità di ciascuno di noi, come già abbiamo fatto in questi giorni".

"Voglio dimostrare da subito che noi siamo in grado di tornare a condizioni meno restrittive. - ha concluso - Sarò sempre al servizio della nostra comunità nell’affrontare i problemi e uscirne insieme, senza lasciare indietro nessuno! Noi, come Regione Toscana, saremo vicini a tutte e tutti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona rossa, Giani contro il governo: "Dati vecchi, sorpresa e amarezza"

FirenzeToday è in caricamento