Peretola e Galilei: sciopero contro le esternalizzazioni, voli cancellati

Disagi per i passeggeri in transito da Firenze e Pisa. Adesione media dell'85%, 12 voli saltati. I sindacati: "Nuovi contratti meno retribuiti e meno garantiti"

E' stata dell'86% l'adesione media dei lavoratori allo sciopero di 4 ore di oggi, dalle 12 alle 16, del personale di Aeroporti Toscana, la società che gestisce gli scali di Firenze e Pisa. In alcuni settori si sono toccate punte del 100%. I voli cancellati sono stati 12, 6 a Firenze e 6 a Pisa. Il volo in partenza per Londra, previsto per ieri sera alle 19:55, è partito questa mattina alle 11:47, ma a causa del vento.

I sindacati, Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Toscana, chiedono lo stop al piano di esternalizzazioni dell'azienda, che riguarda il lavoratori che si occupano del servizio bagagli.

"Chi lavora da anni con contratto a tempo determinato non sarà riconfermato - spiegano i sindacati -. Subentrerà una cooperativa, senza obbligo di riassunzione e che applicherà ai lavoratori contratti meno retribuiti e meno garantiti". A Firenze sono a rischio 30 lavoratori, a Pisa 8 lavoratori. "Dei circa 800 lavoratori di Aeroporti Toscana, già il 50% è part-time e il 30% a tempo determinato".

"I voli, il fatturato e gli utili crescono, ma l'occupazione peggiora - continuano i sindacati -. La Regione richiami la società ai suoi obblighi. Servono assunzioni e un miglioramento delle condizioni di chi lavora".

Durante l'orario dello sciopero i lavoratori hanno effettuato dei presidi all'esterno delle strutture. I sindacati hanno anche denunciato l'azienda alla Commissione di garanzia nazionale per lo sciopero: "Ha oltrepassato il limite di personale obbligato a lavorare nel giorno dello sciopero, che è il 20%, portandolo ad oltre il 30%".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I lavoratori sono consapevoli dell'importanza della vertenza in atto. L'azienda apra un confronto", chiede Andrea Gambacciani, segretario della Filt Cgil Firenze. "Dal 27 marzo prossimo, fra le 6.05 e le 10 di mattina, partiranno da Firenze dai 16 ai 20 voli e ad agosto ci sarà un decollo ogni 10 minuti. Serve il 30% in più di personale - prosegue il sindacalista -. Se l'azienda non apre immediatamente un confronto saremo costretti a ulteriori mobilitazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento