rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Sesto Fiorentino

Daspo per due tifosi del Prato ritenuti "pericolosi per la sicurezza pubblica"

Uno dei due tifosi, già noto alle forze dell'ordine, ha anche inveito contro gli agenti scalciando, strattonandoli e minacciandoli

Divieto di accedere a manifestazioni sportive, questo è il provvedimento preso dal Questore di Firenze nei confronti di due tifosi del Prato che il 6 ottobre scorso avevano offeso e minacciato fisicamente alcuni tifosi del Carpi.

L'episodio è avvenuto fuori dallo stadio di Sesto Fiorentino dopo l’incontro di calcio della serie D, quando la tifoseria ospite stava lasciando la struttura. I due pratesi, uno 56 e l'altro 57 anni, si sono avvicinati con modi aggressivi ed offensivi, inveendo nei confronti di un gruppetto di circa 25 ultras del Carpi, cercando in ogni modo il contatto fisico. La polizia presente sul luogo è intervenuta per placare gli animi e ha identificato i due che volevano iniziare una rissa.

Nei loro confronti il Questore di Firenze ha emesso un daspo (Divieto di accedere a manifestazioni sportive), elaborato dalla Divisione Polizia Anticrimine, rispettivamente della durata di 3 e 8 anni.

"Per la loro condotta - si legge nei provvedimenti - è stato ritenuto che entrambi siano pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica, in occasione o a causa di manifestazioni sportive e che la loro presenza, anche come spettatori, nei luoghi dove si svolgono tali eventi, possa turbare il regolare svolgimento delle gare".

Il 57enne, già noto alle forze dell'ordine, ha anche inveito contro gli agenti scalciando, strattonandoli e minacciandoli per questo è stato denunciato anche per i reati di minacce e resistenza a pubblico ufficiale, per lui il provvedimento della durata di 8 anni con prescrizioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daspo per due tifosi del Prato ritenuti "pericolosi per la sicurezza pubblica"

FirenzeToday è in caricamento