Cronaca

Errori nei pagamenti del ticket: stop alle multe

Grazie a un atto votato all'unanimità dal consiglio regionale della Toscana

Foto d'archivio

Sono circa 7mila le multe fatte ogni anno per errori commessi, quasi sempre senza alcuna responsabilità dei cittadini, nell'indicare la fascia di esenzione del ticket sanitario per prestazioni di specialistica ambulatoriale, diagnostica strumentale e farmaceutica. Si tratta, per tutto il territorio della Ausl Toscana Centro, di circa 1,8 milioni di euro fra somma non pagata e multa. 

Lo scrive La Nazione Firenze, sottolinenando che ieri la commissione sanità del Consiglio regionale della Toscana ha deciso all'unanimità di porre rimedio al problema, segnalato nei mesi scorsi proprio dal quotidiano fiorentino, raccogliendo la denuncia del Difensore civico e dell'Adoc Toscana.

La questione riguarda solo il territorio della Ausl Toscana Centro (Firenze, Prato e Pistoia) e nasce, spiega ancora La Nazione, da alcuni errori fatti involontariamente dai medici nell'indicare la fascia di reddito o la patologia dei loro assistiti. Ne consegue una multa al paziente, che prevede solitamente il raddoppio di quanto non pagato. Oltretutto, la sanzione arriva solitamente cinque anni dopo la prestazione, rendendo difficilissimo per il cittadino anche solo provare a difendersi.

Cosa ha stabilito il consiglio regionale

L'atto votato ieri in commissione "impegna la giunta regionale ad attivarsi per verificare quale sia la migliore soluzione per risolvere la questione, in merito alla possibilità di sanare anticipatamente (con pagamento del solo ticket, senza sanzione pecuniaria) posizioni relative a esenzioni ticket per reddito erroneamente dichiarate, prima dell'avvio del procedimento di controllo da parte delle aziende sanitarie".

"L'impegno è inoltre a verificare - si legge ulteriormente nel documento - la possibilità di disciplinare la questione in via amministrativa o con specifici indirizzi alle aziende sanitarie e a valutare la possibilità di intervenire in via regolamentare, includendo fra i casi di trattamento di dati sensibili di carattere sanitario anche la visualizzazione automatica delle esenzioni per patologia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Errori nei pagamenti del ticket: stop alle multe

FirenzeToday è in caricamento