rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

Terremoto in Turchia, centinaia di morti. Nardella: "Firenze pronta ad aiutare"

Le prime parole del sindaco dopo le terribili immagini che arrivano dalla Turchia

"Dolorose le immagini che arrivano dalle zone colpite dal terremoto. L’abbraccio di tutta Firenze giunga al popolo turco e a quello siriano in queste ore drammatiche. Siamo pronti ad aiutare". Così Dario Nardella questa mattina su Twitter, dopo il violento terremoto che nelle scorse ore ha sconvolto la Turchia.

La scossa più forte, arrivata nel pieno della notte scorsa, quando in Italia erano passate da poco le 2, ha toccato la magnitudo 7.9. Dal Paese arrivano immagini di morte e distruzione: sono già centinaia i morti accertati, con le ricerche che proseguono frenetiche in molti luoghi del Paese.

Turchia, il castello che non esiste più / VIDEO

Medici e infermieri anche dalla Toscana

Anche la Toscana si è attivata per portare i primi soccorsi alle popolazioni colpite dal sisma in Turchia e Siria. Il dipartimento di protezione civile nazionale ha infatti attivato i vigili del fuoco per l’attività dei nuclei di ricerca persone e di conseguenza è stata attivata la funzione sanitaria svolta dal sistema maxiemergenze della Regione Toscana con sede a Pistoia.

La struttura regionale che accompagnerà i nuclei di ricerca e dei vigili dal fuoco partirà oggi pomeriggio, lunedì, da Pisa. Saranno inviati due medici e sette infermieri che fanno parte del sistema del 118 regionale, per fornire assistenza sanitaria.

“Appena abbiamo appreso le drammatiche notizie provenienti da Turchia e Siria ed è arrivata la richiesta dal dipartimento nazionale della protezione civile, abbiamo messo a disposizione personale e attrezzature per dare il contributo della Toscana in questa immane tragedia”, le parole del presidente Eugenio Giani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Turchia, centinaia di morti. Nardella: "Firenze pronta ad aiutare"

FirenzeToday è in caricamento