Tentato furto in negozio del centro: botte nella boutique di Louis Vuitton 

Arrestati dai carabinieri per rapina, lesioni e ricettazione

Il negozio di Louis Vuitton

Ieri sera i carabinieri hanno arrestato padre e figlio, di origini boliviane ma naturalizzati italiani, di 47 e 27 anni, responsabili di rapina ai danni della boutique Louis Vuitton di Via degli Strozzi. Verso le 17.00 i due, entrambi già noti alle forze dell’ordine, sono entrati nella centralissima boutique fingendosi clienti. Il padre, assicuratosi di non essere osservato, ha preso un paio di scarpe del valore di 680 euro e le ha nascoste nello zaino, cercando poi di uscire senza pagare. 

La scena, ripresa dalle telecamere e vista in diretta dal personale addetto alla vigilanza, ha fatto scattare il controllo del soggetto che è stato fermato, insieme al figlio, nei pressi dell’uscita. Tuttavia, per eludere il controllo e guadagnare la fuga, il 47enne ha spintonato l’addetto alla sicurezza non riuscendo però a liberarsi dalla stretta del vigilante; il figlio, nel frattempo trattenuto da altro personale del negozio, vista la scena, ha cercato di liberare il padre, colpendo alla nuca con una lattina di birra l’uomo che lo stava bloccando. 

Fortunatamente l’accesa colluttazione è stata vista dai carabinieri del 6°battaglione Toscana, in servizio di ordine pubblico nell’attigua Piazza della Repubblica, che sono intervenuti tempestivamente nel negozio bloccando i due, consegnandoli ai colleghi del nucleo radiomobile nel frattempo giunti sul posto. L’addetto alla vigilanza colpito ha riportato lievi lesioni e, condotto al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Nuova, è stato medicato ed in seguito dimesso con una prognosi di una settimana.

La successiva perquisizione dei fermati, oltre alle scarpe che sono state restituite alla boutique e ad un coltello a serramanico che è stato sequestrato, ha consentito di trovarli in possesso di diversi capi di abbigliamento sportivo, per un valore di circa 190 euro, che avevano ancora l’etichetta con i codici a barre; grazie a questi i carabinieri sono riusciti a risalire al negozio di Piazza del Duomo dove poco prima erano stati rubati e a cui sono stati restituiti. Per i due malviventi sono scattate le manette. Oggi saranno giudicati con rito direttissimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento