rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca

Ancora bufera sui taxi, nota influencer si lamenta. Nardella: "Hai ragione, il servizio non funziona"

Azione Ncc rincara la dose: "A Firenze servizio inadeguato"

"Non è possibile che nel 2022 a Firenze non ci sia un servizio di taxi decente". E poi il 'sondaggio': "Fiorentini, siete d'accordo?". A scriverlo, su Instagram, la influencer fiorentina Caterina Neri, dopo che sabato sera all'arrivo in aeroporto avrebbe aspettato a lungo prima di trovare un'auto bianca disponibile.

Fino a qui, non troppo 'scandalo'. Di lamentele sul servizio taxi ce ne sono tante, seppur dall'altra parte le cooperative di tassisti ripetano di offrire un ottimo ed efficiente servizio e che i disservizi deriverebbero in gran parte da cantieri e organizzazione delle viabilità.

Il fatto è che però alla Neri risponde anche il sindaco in persona (nello screenshot sotto lo scambio di messaggi). "Hai ragione, il servizio non funziona. L'ho detto alle cooperative di taxi che così non funziona", ha replicato il sindaco, sempre su Instagram, alla lamentela.

A rincarare la dose è Azione Ncc, spesso in rotta di collisione con i tassisti. “I taxi stanno effettuano un servizio non adeguato alla città. Anche il sindaco Nardella è d'accordo e lo ha detto chiaramente: adesso però chiediamo un intervento concreto del Comune, così non è possibile andare avanti”,commenta il presidente Francesco Ruo.

“Nardella ha riconosciuto che esiste un problema taxi. Noi lo diciamo da tempo: a Firenze - conclude Ruo -, il sistema taxi non funziona e si deve intervenire. E' da tempo che denunciamo questo problema: ci sono file interminabili di turisti, è una pubblicità pessima per tutta la città”.

Licenze

Il sindaco, intervistato questa mattina da LadyRadio, ha confermato la sua opinione. "Il problema c'è. Dico sempre ai tassisti che il servizio taxi è pubblico e in quanto servizio pubblico deve essere all'altezza delle aspettative. Abbiamo già deciso con l'assessore Gianassi di organizzare un incontro con i tassisti. L'aumento delle licenze - dice il sindaco -, è l'ultima carta da giocare".

"Se i tassisti, le categorie e le cooperative mi portano delle soluzioni che migliorano il servizio, per esempio le 'licenze ter' o le turnazioni organizzate in un certo modo, allora non c'è bisogno di ricorrere all'aumento delle licenze. Però - conclude Nardella -, dipenderà dalle soluzioni e dalle proposte che ci porteranno al tavolo".

Influencer Caterina Neri taxi Firenze-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora bufera sui taxi, nota influencer si lamenta. Nardella: "Hai ragione, il servizio non funziona"

FirenzeToday è in caricamento