rotate-mobile
Cronaca

Tav, smaltimento delle terre di scavo: l'Europa dice sì, adesso si potrà partire

Arriva il sì dell'Europa riguardo le normative sulle terre di scavo. Si scioglie quindi il nodo della partenza del tunnel sotto Firenze. I terreni saranno considerati come "sottoprodotti"

Si scioglie il nodo sulle Grandi Opere di Firenze. Giovedì l’Europa ha dato il via libera alla normativa sulle terre di scavo e il ministro dell’ambiente ha firmato il relativo decreto. Le terre di scavo del sottoattraversamento dell’Alta Velocità (TunnelTav), il By pass del Galluzzo e la variante di Valico saranno catalogate nella categoria dei sottoprodotti e non dei rifiuti speciali per il cui smaltimento ci sarebbero voluto un processo ben più lungo, complesso e dispendioso.
Proprio questa decisione sblocca la situazione della fresa Monna Lisa, ferma da due mesi a Campo di Marte, in attesa proprio del giudizio dell’Europa. Adesso si potrà partire, già da settembre.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, smaltimento delle terre di scavo: l'Europa dice sì, adesso si potrà partire

FirenzeToday è in caricamento