Nardella: "Necessaria stazione Foster e sotto-attraversamento Tav"

L'urlo del sindaco di Firenze: "Altrimenti blocchiamo tutto da qui ai prossimi 50 anni"

Il cantiere fermo della stazione Foster

"Se non realizziamo il sottoattraversamento Tav e la stazione Foster, affiancata dalla stazione Circondaria, di fatto blocchiamo lo sviluppo infrastrutturale e il sistema di trasporto pubblico metropolitano da qui ai prossimi 50 anni". Lo ha spiegato il sindaco di Firenze Dario Nardella illustrando alla Conferenza dei sindaci della Città metropolitana i risultati del piano urbano della mobilità sostenibile (Pums).

Lo dice soffermandosi su un dato positivo legato al Tpl, ovvero "l'aumento significativo di chi usa il trasporto pubblico, che piace soprattutto quando è efficiente".

E' così, aggiunge, per gli abitanti di Firenze e di tutta l'area metropolitana, ma anche della Toscana centrale che "utilizzano sempre di più il treno".

Tuttavia i pendolari "hanno diritto ad un servizio più efficiente". Invece ci "sono intere fasce orarie in cui i treni non si trovano più nei festivi. Spesso poi ci sono problemi sull'efficienza del servizio, vista la concomitanza sugli stessi binari dei treni Tav".

Oltre il 35% dei convogli dell'alta velocità (92 al giorno), infatti, non è attualmente interessato alla fermata di Santa Maria Novella. Di conseguenza, si spiega nel rapporto, impegna la linea di cintura per l'attraversamento del nodo "contribuendo a sottrarre capacità ai servizi passanti in direzione sud-nord del trasporto ferroviario regionale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si pone dunque "l'esigenza di realizzare il sottoattraversamento", si spiega nell'illustrazione del piano. Un focus sulla componente autostradale del traffico su auto privata, inoltre, ha fatto emergere la netta prevalenza delle componenti legate alla mobilità generata dall'area fiorentina, che rappresenta oltre l'80% dei transiti sulla rete A1-A11 racchiusa tra i caselli di Calenzano, Prato Est e Firenze Sud, a fronte di un 20% di traffico legato all'attraversamento. Questo, è scritto nello studio, "conferma il ruolo di sistema tangenziale svolto dall'autostrada". (Agenzia Dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Firenze: le escursioni a due passi dal capoluogo toscano

  • Diakhate denunciato per aggressione: il calciatore si difende 

  • Coronavirus, focolaio in Mugello: 18 positivi e 300 in quarantena

  • Paura al parco delle Cascine: accoltellato più volte dal branco

  • Meteo: arrivano le piogge, scatta l'allerta

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze tra sagre e musica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento