Salvano vite in acqua: si fanno in quattro per l'emergenza coronavirus

Affiancano i vigili del fuoco nel soccorso, dai volontari fluviali e alluvionali appello ai fiorentini: "Cerchiamo nuove forze"

Abilitati a soccorrere nei corsi d'acqua, si sono messi a disposizione per l'emergenza coronavirus. Sono i volontari della Swrtt (Swift water rescue team Toscana), associazione che ha l'obiettivo di affiancare i vigili del fuoco nel soccorso in ambiente fluviale e alluvionale.

La situazione di eccezionalità sta bloccando anche loro: a Firenze sono solo sei gli iscritti, che in questi giorni si sono messi a disposizione per fare quello di cui c'era bisogno, dalla distribuzione delle mascherine, la sorveglianza contro gli assembramenti, la consegna dei pasti. 

"Se non ci fosse stata questa emergenza avremmo avuto la possibilità di formare altri aspiranti volontari che abbiamo, il corso sarebbe dovuto partire il 15 marzo", spiega il presidente Marco Acampora.

"I nostri ragazzi vengono prima di tutto formati sul macro settore della protezione civile - sottolinea il presidente - a partire dall'autoprotezione dell'operatore. A questo si aggiunge un percorso di elevata specializzazione che dura un anno. Ci vuole pazienza, costanza e volontà. Diamo conoscenze di protezione civile, ma anche materie dal soccorso sanitario. Imbarcazioni, operatori radio, soccorritori alluvionali: facciamo un corso specifico che è riconosciuto dalla Regione Toscana, con una prova di esame davanti a una commissione e un funzionario regionale che verifica. Un percorso al termine del quale si viene abilitati ad operatore ambiente alluvionale".

L'associazione ha la sua sede principale a Pisa, con 40 operatori abilitati, e una a Vecchiano, sempre in provincia di Pisa, con un'altra decina. Ma da fine 2019 ha deciso di trovare radicamento anche a Firenze. C'è già una sede in viuzzo di Fagna 2: ad ospitarla è l'azienda agricola Cammelli.

"A Firenze il nostro è un lavoro importante per la presenza dell'Arno, ma non solo: ci sono molti altri fiumi e torrenti nei quali operare. A fine novembre scorso abbiamo partecipato al bando per le nuove associazioni del Comune di Firenze e a gennaio abbiamo aperto", aggiunge Acampora.

E lancia un appello per la ricerca di nuovi volontari: "Per diventare operatori alluvionali occorre un'età dai 18 ai 60 anni: altro non è che l'età operativa dei vigili del fuoco. In ogni caso anche se non si rientra in questa fascia anagrafica è comunque possibile iscriversi, le forme per dare una mano nel volontariato sono sempre molteplici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per informazioni e iscrizioni: info@swrttoscana.it - 331 286 9957.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Coronavirus: nuovo caso a scuola, classe in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento