Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Sversamento di carburanti dall’oleodotto di Santa Croce: treni bloccati sulla Firenze-Pisa | FOTO

I treni in partenza da Firenze fermati alla stazione di Empoli

Stamani la linea ferroviaria Firenze-Pisa è stata temporaneamente chiusa a causa di uno sversamento di idrocarburi per la rottura di un tubo (Santa Croce sull'Arno) lungo l'oleodotto Livorno - Calenzano. I treni in partenza da Firenze si sono fermati alla stazione di Empoli (alle 17.15 la circolazione ferroviaria fra Empoli e Pontedera, sulla linea Firenze – Empoli – Pisa, è ripartita). Il gruppo ferrovie dello stato ha quindi predisposto un servizio sostitutivo con autobus.  

Dalle ore 6.20 la squadra del distaccamento di Castelfranco del 115 ed il Nucleo NBCR della centrale sono intervenute nella zona industriale di Santa Croce. La fuoriuscita, principalmente benzina, ha creato una pozza di circa 400 mq - oltre 100 metri cubi - che ha reso necessario l'interruzione della linea ferroviaria. La zona è stata interdetta a chiunque per un raggio di circa 600 mq. 

Tutta l'area è stata costantemente monitorata con speciali strumentazione per la verifica della presenza di vapori infiammabili da parte dei vigili del fuoco. Sul posto anche il personale dell'ARPAT ed i carabinieri. Per le operazioni di bonifica  sono stati impiegati due mezzi speciali per intervento in ambito aeroportuale di cui uno dei vigili del fuoco (con circa 10.500 lt di acqua e 1.500 lt di schiuma) ed uno della 46° aerobrigata (con 7000 lt di acqua e 700 lt di schiuma). E' la prima volta che mezzi dell'aeronautica Militare di Pisa intervengono al di fuori dell'aeroportuale. 

Gli effetti sulla circolazione ferroviaria sono stati: rallentamenti fino a 50 minuti per 34 treni regionali, 20 treni regionali cancellati e 26 limitati. Un treno a lunga percorrenza ha registrato un ritardo di 80 minuti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversamento di carburanti dall’oleodotto di Santa Croce: treni bloccati sulla Firenze-Pisa | FOTO

FirenzeToday è in caricamento