rotate-mobile
Cronaca

Superbonus 110%, verso lo sblocco dei crediti: ecco come funziona

Si attende il sì definitivo della Camera all'emendamento che elimina il blocco e apre alle cessioni

Il governo ha dato il via libera: è arrivato alla Camera l'emendamento che starebbe per sbloccare la cessione dei vecchi crediti sul Superbonus 110%. Un provvedimento da molti atteso e di cui si è discusso moltissimo. La proroga non è arrivata e, ad ora, non sarà più possibile aderire a questo tipo di sgravi. Ma la caduta del governo Draghi aveva fatto temere che fossero a rischio anche i crediti già richiesti. Ora si apre uno spiraglio importante.

Di cosa si tratta? Il correttivo di cui si parla dovrebbe sbloccare la cessione dei bonus edilizi. Il decreto Aiuti, infatti, aveva aperto le cessioni dei crediti a tutte le partite Iva. C'era però un limite: solo per quelle comunicate al Fisco dopo il 1° maggio 2022. Con il nuovo provvedimento verrebbe cancellata la data del 1° maggio, sbloccando così anche quelli precedenti. 

Mario Draghi aveva promesso il provvedimento nel suo ultimo discorso al Senato prima delle sue dimissioni, che però hanno di fatto ridotto i poteri del governo, rimasto in carica per il disbrigo degli affari correnti, in attesa delle elezioni previste il 25 settembre. 

L'emendamento è collegato al decreto legge 50/2022, che tutte le cessioni di crediti o sconti in fattura comunicate all’Agenzia delle entrate prima del 1° maggio 2022 sarebbero state escluse, mentre il nuovo emendamento riammette ora al regime facilitato in favore di partite Iva e professionisti i vecchi crediti.

L’emendamento fa parte di un pacchetto di correzioni al decreto semplificazioni, dopo che la commissione Bilancio della Camera aveva concluso l’esame la settimana scorsa. Molti sono rimasti sorpresi da un provvedimento che finora si era incagliato. 

C'è da dire che il provvedimento non è stato ancora approvato. La palla passa ora al Presidente della Camera, Roberto Fico, il quale dovrà decidere nonostante parte delle correzioni apportate al decreto erano state dichiarate inammissibili in commissione, tenendo però conto del parere unanime di tutte le forze politiche sulle correzioni.

Ad attendere le modifiche sul Superbonus e sulla cessione dei crediti sono soprattutto le migliaia di imprese e professioni che hanno i crediti bloccati da tempo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbonus 110%, verso lo sblocco dei crediti: ecco come funziona

FirenzeToday è in caricamento