Piazza Dalmazia, anniversario della strage: "Clima peggiore di 8 anni fa"

Le parole della vicesindaca Giachi 8 anni dopo l'uccisione di Diop Mor e Samb Modou

Un centinaio di persone hanno partecipato questa mattina alla commemorazione istituzionale in ricordo di Samb Modou e Diop Mor, i due senegalesi uccisi nella strage di piazza Dalmazia dal neofascista e simpatizzante di CasaPound Gianluca Casseri, il 13 dicembre 2011.

Oltre alla vicesindaca Cristina Giachi e agli assessori Cosimo Guccione, Alessandro Martini e Sara Funaro, erano presenti, tra gli altri, il presidente della comunità senegalese Mamadou Sall, il presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, il rabbino capo di Firenze Gadi Piperno e l'imam di Firenze Izzeddin Elzir.

“Firenze non è una città razzista ma purtroppo questo germe strisciante c'è e costruisce discorso ed opinione. Questo genera una grande confusione che disorienta le menti più fragili e deboli culturalmente, orientandole alla paura e alla rabbia, quando non attiva gesti di criminalità folle come nel caso di piazza Dalmazia. Ma oggi il clima è addirittura peggiore di 8 anni fa e molto di questo consenso facile potrebbe scivolare in direzioni che non possiamo neanche immaginare”, ha detto Giachi.

“Per questo – ha aggiunto la vicesindaca – è necessaria molta sorveglianza e senso di responsabilità da parte di tutti. Il fatto che le istituzioni si ritrovino qui stamani è la prova che la società ha gli anticorpi per sconfiggere questo male. Noi abbiamo il dovere di custodirli, di coltivarli e proporli alla cittadinanza come una via positiva per rispondere alla paura e alla diffidenza”.

Tra gli altri, presenti anche il capogruppo del Pd in Palazzo Vecchio Nicola Armentano ed Antonella Bundu e Dmitrij Palagi per Sinistra progetto comune. Non risultano invece presenze di rappresentanti di destra e Lega.

“Come ogni anno - ha detto Armentano -, il 13 dicembre il pensiero va con dolore e commozione a Samb Modou e Diop Mor e ai loro cari. Ricordare è doveroso ma soprattutto lo è fare in modo che episodi come questo non si verifichino mai più”. Alle 18:30 partirà da piazza Dalmazia anche un corteo di ricordo, promosso dalle sigle Firenze Antifascista e Firenze Antirazzista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

d

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

  • Coronavirus: sfondata quota 1.000 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento