Stazione: rompe l'impianto di irrigazione del prato

Si è giustificato dicendo che era montato in modo errato

Ieri sera la polizia ha denunciato un 28enne ghanese, già noto alle forze dell'ordine, dopo alcune segnalazioni per un giovane che stava danneggiando l'impianto d'irrigazione del prato davanti alla stazione di Santa Maria Novella.

Quando sul posto è arrivata una volante, gli agenti hanno trovato l'impianto divelto e i tubi sotto i piedi del 28enne.

Quest'ultimo si sarebbe giustificato dicendo che l'aveva danneggiato perché era montato in modo non corretto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 28enne è stato sottoposto a fermo per identificazione e denunciato per danneggiamento aggravato. 

Centro: distrutte fioriere di Via Tornabuoni 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento