rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Alta velocità, il comitato: “1,5 miliardi per la Foster, ma avrà meno viaggiatori di una stazione di campagna”

Il comitato No Tunnel tav: "Tunnel sotto la città e mega stazione per soli 3mila passeggeri al giorno, meno che a Rifredi"

L'assessore comunale ai lavori pubblici Stefano Giorgetti, ieri in consiglio comunale, ha enunciato le previsioni sul traffico passeggeri alla stazione Foster, la nuova fermata dell'alta velocità in costruzione in via Circondaria: vi transiteranno circa 3mila passeggeri al giorno, il 10% dei circa 30mila passeggeri che ogni giorno arrivano a Firenze con i treni dell'alta velocità.

Gli altri 27mila passeggeri, il 90%, continueranno a fermare a Santa Maria Novella. Una notizia che ha lasciato di stucco il comitato No Tunnel Tav. “E' ridicolo, c'è da non credere alle proprie orecchie. Si costruisce un tunnel sotto la città e una stazione di 700mila metri cubi di volume per lo stesso numero di viaggiatori che ferma a Pontassieve – commenta Tiziano Cardosi, del comitato -. Si mettono a rischio monumenti e migliaia di appartamenti per realizzare una stazione con molto meno traffico di quelle di Rifredi e Campo di Marte”.

Era stata la stessa Trenitalia, nei mesi scorsi, a lanciare l'allarme sui costi di gestione della futura Foster: “Con un così basso numero di passeggeri, i costi saranno troppo alti”. Valutazioni che, assieme alla 'scoperta' di nuove tecnologie che consentono l'arrivo a Santa Maria Novella di un più alto numero di treni, avevano messo in allarme l'amministrazione comunale, con lo stesso sindaco Dario Nardella che aveva più volte messo in discussione la realizzazione della mega stazione.

Poi la svolta, arrivata dall'incontro romano di mercoledì scorso, 25 gennaio, al ministero delle infrastrutture, tra tutte le istituzioni coinvolte: alla Foster verrà costruito anche un 'hub', una sorta di stazione di interscambio, per bus extraurbani, interregionali e turistici. “Un modo - sottolineano da Palazzo Vecchio -, per liberare il centro storico dal traffico”. Ma senz'altro anche un modo per far passare dalla Foster un più alto numero di passeggeri, così da rendere giustificabile l'opera e gli alti costi di costruzione.

“Si costruisce un tunnel ferroviario di 7 chilometri e tre piani sotto terra per una fermata di autobus. Per un traffico da stazione di campagna si vogliono spendere 1,5 miliardi di euro, ma scherziamo? Il tunnel è pericolosissimo per il sottosuolo della città e ci passeranno poche decine di treni al giorno. Non è vero, allora, che serve a liberare i binari di superficie. Forse - conclude Cardosi -, serve solo a rispettare inconfessabili accordi politici”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alta velocità, il comitato: “1,5 miliardi per la Foster, ma avrà meno viaggiatori di una stazione di campagna”

FirenzeToday è in caricamento