rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza di Santa Maria Novella

Santa Maria Novella: arrestate tre borseggiatrici

Nei pressi della stazione ferroviaria

La polizia di Stato ha arrestato, nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, tre cittadine bulgare, di età compresa tra i 22 e 38 anni, con l’accusa di furto aggravato in concorso.

Gli agenti polfer, dopo aver notato le tre donne - già note alle forze dell'ordine - aggirarsi nel perimetro della stazione fingendosi turiste, le hanno seguite a distanza.

Beccate a rubare portafogli: borseggiatrici "esperte" arrestate alla stazione

Conoscendo già il modus operandi delle giovani, i poliziotti in borghese hanno subito individuato la loro potenziale vittima, ovvero una turista sudamericana che stava camminando sul marciapiede proprio pochi passi davanti a loro. Una volta che quest’ultima è entrata in un esercizio commerciale, le tre sospette si sono avvicinate alla cittadina straniera e, approfittando di un momento di affollamento all’interno del negozio, dopo aver prelevato degli indumenti dagli espositori per occultare i movimenti, una ha sfilato il portafoglio della turista e alcuni effetti personali che la malcapitata custodiva nel suo zaino in spalla.

Gli agenti della polizia ferroviaria sono subito entrati in azione bloccando le tre cittadine bulgare e restituendo subito dopo la refurtiva alla legittima proprietaria. La polizia ha anche trovato addosso ad una delle indagate un portafoglio nero di marca con dentro oltre 2.000 euro, per il quale sono in corso accertamenti, non escludendo che possa essere il bottino di un altro furto.

Dopo la convalida dell’arresto tutte e tre le donne sono state al momento sottoposte alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nella provincia di Torino. Una delle borseggiatrici era stata arrestata a Milano alcuni giorni fa per reati dello stesso tipo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Maria Novella: arrestate tre borseggiatrici

FirenzeToday è in caricamento