Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Statuto: gioca al "cowboy" poi gli spara in faccia con una pistola ad aria compressa

Si divertiva a sparare contro cassonetti e bottiglie, non ha accettato il fatto di essere "ripreso"

Foto di 🎄Merry Christmas 🎄 da Pixabay

Il settembre scorso un ragazzo, insieme a degli amici, si divertiva a sparare con una pistola ad aria compressa contro i cassonetti e a centrare le bottiglie di vetro in strada fino a quando non sono stati ripresi da un cittadino che lavora in un esercizio di zona.   

Il giovane fiorentino si sarebbe risentito dell’ammonimento perché, a detta sua, era il "padrone della piazza". Per questo avrebbe sparato un colpo con la pistola a pallini colpendo il lavoratore allo zigomo. Il giorno seguente, notando che l'ematoma e la ferita peggioravano, l’uomo ha deciso di farsi visitare al pronto soccorso. Qui i sanitari hanno rimosso il pallino. Dopodiché è scattata la denuncia alla stazione di Rifredi, a seguito della quale i militari dell’Arma hanno individuato il giovane.

La perquisizione personale e domiciliare effettuata nei confronti del 22enne ha permesso di rinvenire una pistola soft air con caricatori e pallini oltre a 1,5 grammi di hashish. Per lui è scattata una denuncia per lesioni personali e, in relazione al possesso dello stupefacente, la segnalazione alla prefettura di Firenze quale assuntore.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statuto: gioca al "cowboy" poi gli spara in faccia con una pistola ad aria compressa

FirenzeToday è in caricamento