Ospedale pediatrico Meyer: i dipendenti dichiarano lo stato di agitazione

La protesta dei lavoratori: "Valorizzare il personale, dai mancati scatti perdiamo 100 euro al mese di stipendio"

Un'eccellenza, così viene definito si solito l'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Che, a quanto dicono i sindacati, non 'ricade' positivamente su dipendenti e lavoratori, in attesa da 10 anni di un adeguamento contrattuale e che per questo hanno proclamato, tramite la Rsu, rappresentanza sindacale unitaria, lo stato di agitazione.

"Come Rsu abbiamo proclamato lo stato di agitazione perché sono passati ben 10 anni da quando è stato fatto l’ultimo scatto di fascia (in pratica un aumento in bustapaga, ndr). In tutte le altre aziende sanitarie toscane appositi fondi hanno permesso ai dipendenti le progressioni orizzontali: agli operatori del Meyer, ospedale pediatrico di terzo livello, una perla per la sanità toscana, finora solo un pugno di mosche e parecchie chiacchiere. Trattative aziendali, regionali, tavoli, discussioni, incontri, ma ancora non siamo a niente", attacca Pietro Rollo coordinatore Rsu per la 'Funzione pubblica' della Cgil.

"Neanche le oltre 550 firme dei dipendenti consegnate all’assessorato alla salute che avevano portato a un impegno scritto hanno visto gli atti conseguenti", prosegue Rollo.

Secondo il sindacato la questione dei mancati scatti "costa a un migliaio dei circa 1.300 dipendenti del Meyer da 80 a oltre 100 euro al mese". Per tale motivo la Rsu "chiede alla Regione Toscana, dopo le molte promesse ricevute, un intervento specifico per valorizzare il personale del Meyer".

"Urgono risposte, perché i dipendenti del Meyer hanno diritto ad essere valorizzati per il lavoro svolto in questi anni che ha portato l’azienda ad essere un esempio per altre realtà sanitarie. All’interno dello stato di agitazione, i lavoratori - conclude il sindacato -, metteranno in piedi almeno una iniziativa alla settimana per sensibilizzare sulla loro vertenza".

Concorsi pilotati a Careggi: 8 professori interdetti

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Permesso temporaneo per entrare nell'area ZTL

I più letti della settimana

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Incidente sulla superstrada: traffico bloccato in FiPiLi / FOTO

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Incendio: una colonna di fumo nero sulla città / FOTO

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

Torna su
FirenzeToday è in caricamento