menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo stadio d'atletica Ridolfi

Lo stadio d'atletica Ridolfi

Stadio, ipotesi "doppio impianto" a Campo di Marte: un 'nuovo' Ridolfi per la Fiorentina, il Franchi per rugby e atletica

L’ultima idea del Comune per convincere Commisso a restare nei confini fiorentini, a discapito del "Campi Nou". Nardella: "Naturale analizzare tutte le ipotesi"

Un nuovo stadio a Campo di Marte, nell’area compresa tra il Ridolfi e il vecchio Padovani: è l’ultima idea per il nuovo impianto dell'Acf Fiorentina. E il Franchi potrebbe diventare il tempio dell’atletica e del rugby. Lo scrive La Repubblica Firenze.

La 'minaccia Campi Nou' e i rinnovati "niet" del soprintendente Andrea Pessina all’abbattimento delle curve elicoidali del Nervi, avrebbero infatti sortito questa “pazza idea” sui tavoli di Palazzo Vecchio.

Per il momento si tratta di poco più di una suggestione progettuale ma l’opzione, già vagheggiata qualche mese fa, negli ultimi giorni è riapprodata sul tavolo del sindaco Dario Nardella.

Una valutazione è in corso in Comune e pare anche che siano stati fatti sondaggi preliminari con la Fiorentina, che avrebbe chiesto un piano preciso e non ipotesi vaghe.

Sebbene, anche in questo caso, spuntino come funghi dilemmi di natura urbanistica. In primis, quelli legati ai possibili problemi con il ministero della Difesa, proprietario di una parte dell’area. E poi quella riguardante i costi di manutenzione.

Va sottolineato peraltro che l'idea risale proprio al patron Commisso che, un anno fa, portò a Palazzo Vecchio l’idea di un secondo stadio a Campo di Marte, nell’area del baseball, firmata dall’architetto canadese Rafael Vinoly.

Abbattendo il Ridolfi e ricostruendo al suo posto un nuovo stadio - in parte 'allargandosi' anche nell’impianto del rugby - la Fiorentina potrebbe creare un nuovo complesso: stadio, commercio, hotel. E sotto i parcheggi.

"La priorità assoluta per me e per il Comune è quella di lavorare alla tutela e ristrutturazione dello stadio Franchi, l’unico stadio esistente, la casa della nostra squadra, con il sostegno decisivo e irrinunciabile della Soprintendenza, del Governo e del Parlamento" dichiara ora Nardella, commentando l'ipotesi 'doppio stadio'.

"Inoltre è del tutto naturale continuare ad analizzare altre ipotesi, successive e alternative, di realizzazione di uno stadio nuovo nel comune di Firenze, così da offrire un quadro definitivo con più opzioni alla nuova proprietà, che poi deciderà liberamente, come auspicato dallo stesso Rocco Commisso, che aspetto di rivedere a Palazzo Vecchio con molto piacere" spiega il sindaco.

"Il mio obiettivo è lavorare per il bene di Firenze e della Fiorentina, che sono due dei compiti per i quali sono stato rieletto sindaco appena un anno fa" conclude Nardella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento