rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca

Spiagge toscane, l'allarme di Legambiente: "Una su due è fortemente inquinata"

Ogni estate l'imbarcazione Goletta Verde naviga lungo le coste italiane per monitorare la salute del mare e dei litorali. In Toscana quasi la metà dei punti analizzati rivelano un alto tasso di inquinamento

Goletta verde, la campagna di Legambiente che monitora lo stato di salute di mari e coste italiane, fa tappa in Toscana. Passando al setaccio le principali spiagge della regione, l'imbarcazione ambientalista ha analizzato alcune delle aree critiche, selezionate in base a un maggior rischio presunto di inquinamento.

In base alle analisi effettuate dal laboratorio mobile tra il 14 e il 15 giugno, quasi la metà dei punti monitorati nell'area Toscana presentato situazioni di criticità, localizzati in particolare nell’area a nord della regione, in Versilia e in due punti all’isola d’Elba.

Sui diciannove punti monitorati lungo le coste toscane, si legge nel comunicato, nove presentano cariche batteriche elevate e per otto di questi il giudizio è di fortemente inquinato. Nel mirino ancora una volta foci di fiumi, canali e torrenti che continuano a immettere in mare sostanze inquinanti. 

La situazione più critica è stata rilevata in provincia di Massa-Carrara, dove tutti i punti monitorati risultano fortemente inquinanti. Quattro i prelievi effettuati dal laboratorio mobile, rispettivamente a Marina di Carrara (alla foce del torrente Carione), Marina di Massa (alla foce del fiume Frigido) e in località Partaccia dello stesso comunne (alla foce del torrente Lavello) e a Montignoso (alla foce del fiume Versilia).

Bandiera nera anche per l'isola d'Elba, dove i campioni prelevati alla foce del fosso di Mola, a Capoliveri, nell'Area umida del Parco Nazionale e, a Portoferraio  vengono classificati come "fortemente inquinanti", mentre restano nella norma i prelievi effettuati alla spiaggia Punta della Rena e alla foce del fosso di San Giovanni.

Anche a Lucca, su tre campionamenti effettuati, ben tre vengono classificati come "fortemente inquinanti": a Pietrasanta (foce del fosso Montrone in località la Focetta) e a Camaiore (foce del fosso dell'Abate in località Lido). Nella norma, invece, la zona di Viareggio (spiaggia antistante piazza Mazzini).

In provincia di Grosseto, su sei punti monitorati, solo uno risulta "inquinato", nello specifico a località Poggio Pertuso di Monte Argentario. Risultano nella norma i rilevamenti effettutati nell'area di Follonica (accesso al mare n. 88), Castiglione della Pescaia (spiaggia in corrispondenza del fiume Bruna), Orbetello (alla foce dell'Albenga e alla foce del canale di Fibbia) e Ansedonia (foce fosso Tagliata Etrusca).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge toscane, l'allarme di Legambiente: "Una su due è fortemente inquinata"

FirenzeToday è in caricamento