Spaccio alla Stazione: vede la polizia e ingoia pallini di cocaina 

Portato in ospedale per un controllo 

Controlli della polizia alla stazione

Nella notte tra martedì e mercoledì controlli della polizia nella zona della stazione contro lo spaccio di stupefacenti. Gli agenti in borghese hanno notato un cittadino senegalese, già noto alle forze dell'ordine, mentre cedeva un involucro bianco ad un uomo. 
Quando il 29enne ha notato che gli agenti della squadra mobile, coordinati dal vice questore aggiunto Antonio Nori, si stavano avvicinando ha deciso di ingoiare otto pallini di cocaina per poi tentare di sottrarsi al controllo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti lo hanno quindi trasportato in ospedale per accertamenti e, dopo alcune ore, si è scoperto essere tre grammi di cocaina. Il 29enne è stato quindi denunciato per detenzione ai fini di spaccio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Bloccato corriere della droga

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

  • Fiera di Scandicci: tutte le informazioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento