Via Palazzuolo, il comitato contro Palazzo Vecchio: “Spaccio e risse, noi abbandonati dai politici”

I rappresentanti di Palomar Palazzuolo senza mezzi giri di parole attaccano l'assessore alla sicurezza Vannucci: “Sottovaluta i problemi e non si vede mai”

Dopo la rissa in strada di domenica mattina scorsa, con anche un taxi colpito sul cofano, il comitato Palomar di via Palazzuolo torna a protestare per la situazione della zona.

“Una condizione di degrado che viviamo costantemente, ad ogni ora del giorno e della notte, con spaccio, risse, persone importunate”, denuncia Andrea Boccacelli, portavoce del comitato, in un incontro tenutosi questa mattina all'angolo tra la stessa via Palazzuolo e via Maso Finiguerra.

“Qui non è cambiato mai nulla, nemmeno durante il lockdown. Anzi, c'era più spaccio”, continua Boccacelli. La strada è nota da anni per episodi di legati a droga e risse, spesso ripresi con i cellulari e messi sui social dagli stessi residenti.

“La vede quella lavanderia a gettoni là? Spacciano lì dentro”, dice Marcello, indicando l'attività automatica di via Finiguerra.

Boccacelli senza mezzi termini tira in ballo Palazzo Vecchio, e in particolare l'attuale assessore alla sicurezza Andrea Vannucci (che nel ruolo ha sostituito Federico Gianassi nella giunta del 'Nardella 2'): “Sminuisce i problemi e qui non si vede mai. Con Gianassi ci sentivamo, si faceva vedere. Avere un incontro con Vannucci è impossibilem nell'ultimo anno lqui a situazione è decisamente peggiorata”.

'12 anni fessi', si legge in un comunicato diffuso dal comitato, che già dal titolo rende l'idea dell'esasperazione dei residenti. “A parte l’orario mattutino della rissa, la vera notizia è che qui non c’è niente di nuovo. Nella sostanza da decenni niente è cambiato. Da tanto denunciamo il degenero di questo pezzo del centro storico, dove spaccio, alcol, piccola delinquenza ed emarginazione si contendono il territorio, dove i residenti se ne sono andati”, si legge nella nota diffusa a firma del comitato, di cui presidente è Marta Baiardi.

“Gli amministratori? Spiccano per la loro assenza, o peggio, per le sciocchezze che dicono, come l’assessore Vannucci quando dichiara che i vigili urbani presidiano la strada giornalmente. Una panzana. La dice lunga sull’incomprensione del fenomeno, sull’insipienza miope di chi ci governa e sul non ascolto verso i cittadini. La triste verità è che con la presente amministrazione si è spento ogni dialogo, dopo aver scritto, postato, fotografato, filmato. Tutto invano”, le dure parole che si leggono ancora.

“La zona si risolleva contrastando la rendita e gli abusi che spesso alla rendita sono connessi, contrastando le illegalità dovunque si annidino. E poi - scrive ancora il comitato -, vanno potenziate le cose buone della zona: asilo, ludoteca innanzitutto. E il nostro cinema Fulgor, seppellito senza un gesto né un lamento. Qualche anno fa abbiamo chiesto una biblioteca di quartiere, sarebbe stato bello”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al presidio di questa mattina erano presenti, oltre ad appartenenti al comitato e cittadini della zona, anche i consiglieri comunali Cellai (Forza Italia) e Asciuti (Lega). “Bisogna riqualificare tutta la zona, non basta un hotel di lusso in piazza San Paolino”, attacca Cellai. Mentre per il leghista “via Palazzuolo è in mano ad immigrati senza scrupoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus: nuovo caso a scuola, classe in quarantena

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 21 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 19 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Elezioni regionali e referendum: boom affluenza in Toscana

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento