Cronaca Bellariva

Coverciano: sorpresi a spacciare nel parco, abbandona cocaina nel centro estivo

I carabinieri hanno bloccato le attività e fatto credere ai cento bambini presenti che si trattasse di veleno

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Ieri pomeriggio i carabinieri del nucleo radiomobile hanno eseguito una serie di controlli antidroga nel parco del Mezzetta. Qui hanno notato un cittadino straniero che, alla vista della gazzella, ha provato a avvisare altri due soggetti dell’arrivo delle forze dell’ordine. Di lì la fuga dei tre giovani che hanno abbandonato su un tavolo una ventina di grammi di cocaina, una cui buona parte già suddivisa in dosi. Ne è nato un inseguimento durante i quali uno dei tre giovani avrebbe lasciato cadere alcune dosi di cocaina in un’area, nel parco di Bellariva, che ospita un centro estivo per i minori di 10 anni.

Raggiunto e bloccato il giovane, i carabinieri si sono subito preoccupati della salvaguardia dei bambini: interrotta l’attività ricreativa di quest’ultimi, con la collaborazione del personale addetto e del giardiniere dell’area verde, prontamente accorso su richiesta dei militari dell'Arma, hanno ispezionato il settore interessato accertandosi, ragguagliando i bambini inducendoli a credere che fosse “veleno”, che nessuno dei circa 100 minori presenti si fosse inavvertitamente appropriato o avesse ingerito qualcosa.

Il soggetto, 18enne tunisino, è stato poi condotto presso la stazione dei carabinieri di Santa Maria Novella dove è stato tratto in arresto per la detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio aggravata dal fatto che il reato sia stato commesso in prossimità di una comunità giovanile e accompagnato, a disposizione della procura della Repubblica di Firenze, presso la casa circondariale di Sollicciano.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coverciano: sorpresi a spacciare nel parco, abbandona cocaina nel centro estivo
FirenzeToday è in caricamento