Spaccio di droga: dal Friuli a Firenze, tre arresti

I militari di Pordenone hanno seguito i malviventi per alcuni mesi

Immagine di repertorio

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Pordenone hanno smantellato un'organizzazione criminale dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti che operava tra Friuli Venezia Giulia, Veneto e Toscana.

Quattro persone sono state arrestate, tre albanesi e un'italiana.

L'indagine è partita circa due mesi fa e ha permesso di individuare due distinte cellule di spacciatori, una operativa nella Pedemontana pordenonese e l'altra nell'hinterland di Firenze e nella Val d'Elsa (Siena).

In particolare l'organizzazione con base operativa in Friuli (Spilimbergo) si riforniva di stupefacenti da grossisti gravitanti ai confini tra le province di Siena e Firenze.

L'inchiesta, che ha sfruttato le tecnologie più moderne, con intercettazioni ambientali e telefoniche ed altri mezzi, non ha potuto fare a meno dei mezzi più tradizionali come il pedinamento degli indagati e dei veicoli a loro in uso, sia nella provincia di Pordenone, sia sull'asse Pordenone-Firenze. 

Gli spacciatori, per scongiurare il rischio di essere individuati, avevano infatti allestito la loro base operativa nella provincia di Siena, a un centinaio di chilometri da dove operavano e dimoravano materialmente.

Una prima parte dell'operazione, sviluppata nella provincia di Pordenone, si è perfezionata nella serata di lunedì 25 marzo, con il sequestro di circa 300 grammi di cocaina e circa 50 grammi di marijuana. 

Al termine di questa prima fase, in un secondo intervento, a cui hanno preso parte militari della compagnia dei carabinieri di Poggibonsi, sono stati sequestrati circa 100 grammi di cocaina e più di 200 chili di marijuana, destinata ad alimentare il mercato dello spaccio al dettaglio del capoluogo toscano e del Friuli occidentale, con propaggini anche in Veneto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Pordenone, ha visto il coinvolgimento della Procura della Repubblica di Siena e ha portato all'arresto di quattro persone: si tratta di tre uomini di nazionalità albanese e di una donna - moglie di uno dei componenti dell'organizzazione - di nazionalità italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • Incendio in fabbrica a Mantignano: colonna di fumo sulla città / FOTO

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Caffè Rivoire, nuovo proprietario: "Ne farò un brand internazionale da esportare nei luxury mall"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento