Smog nell'Empolese Valdelsa: divieto di fuochi all'aperto

Provvedimento in vigore almeno fino a domenica 12 gennaio

Foto di sagar pradhan da Pixabay

Oggi l'agenzia regionale per la Protezione ambientale della Toscana (Arpat) ha comunicato  il raggiungimento del livello di criticità 2 nell'area di superamento denominata “Comprensorio del Cuoio di Santa Croce sull’Arno”, a cui il territorio del Comune di Empoli, come altri della zona, fa riferimento.
L’agenzia ha rilevato 5 superamenti del valore limite per la media giornaliera del PM10 negli ultimi 7 giorni e sono previsti 2 giorni con condizioni meteo critiche per questo il livello dell’Indice di Criticità per la Qualità dell'Aria (ICQA) è 2.

Pertanto è stata emessa, come provvedimento contingibile, un’ordinanza a tutela della salute dei cittadini, per la riduzione delle emissioni inquinanti di PM10 e NO2.  

L’obiettivo è quello di limitare le emissioni dalle principali fonti di inquinamento rappresentate dall'abbruciamento all'aperto dei residui vegetali, considerato peraltro che permangono condizioni meteorologiche favorevoli alla formazione degli inquinanti nell’aria, condizioni che non si prevede possano mutare sostanzialmente nei prossimi giorni.

DIVIETO - Nel provvedimento si ordina il divieto di accensione di fuochi all'aperto e abbruciamenti di sfalci, potature, residui vegetali o altro a partire da oggi, mercoledì 8 gennaio e fino a domenica 12 gennaio 2020, per un totale di 5 giorni. Il Comune invita i cittadini a limitare l’uso dei mezzi di trasporto privati, privilegiando quelli pubblici o altri a basso impatto ambientale.

Dopo i 5 giorni di validità dell’ordinanza il provvedimento potrà essere nuovamente emanato, fino al 31 marzo, ogni volta che perverrà una comunicazione da parte di Arpat relativa al raggiungimento del livello di criticità 2.

Tutti i contravventori saranno puniti a termini di legge. Il comando della polizia municipale è incaricato di provvedere alla verifica dell’esecuzione di quanto disposto e di assumere le eventuali iniziative previste in caso di inadempienza secondo quanto indicato dalla vigente normativa. "Si invita la cittadinanza a segnalare alla polizia municipale eventuali casi di abbruciamento, ricordando che il mancato rispetto dell’ordinanza sindacale comporterà una denuncia penale ai sensi dell’articolo 650 del codice penale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento