menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lorenzo Orsetti

Lorenzo Orsetti

Lorenzo Orsetti, il corpo del giovane ancora in Siria: l’appello del padre

Lo ha detto il padre durante il presidio della comunità curda in piazza dei Ciompi

Il corpo di Lorenzo Orsetti, il 33enne fiorentino ucciso in battaglia dall'Isis mentre militava come volontario a fianco delle milizie curde, non sarà rimpatriato presto.

Il padre ha raccontato che il corpo è ancora in Rojava (la Federazione democratica della Siria del Nord), dove è morto durante le operazioni belliche.

Alessandro Orsetti ha detto all'agenzia Ansa: "Questa non è una bella cosa. C'è una mancanza di comunicazione, da quel che ho capito, tra l'Ypg e il consolato italiano. Io non so cosa stia succedendo, però i contatti diplomatici sono problematici e questo la dice lunga".

Ha poi parlato delle difficoltà a far rientrare la salma in Italia. Per il padre: "E' il segnale che non c'è un contatto chiaro, istituzionale. Non c'è comunicazione e questo mi dispiace molto. Spero che la situazione si sblocchi". 

Infine Alessandro Orsetti ha fatto un'appello alla cittadinanza di Firenze, alle associazioni, alla politica e alle istituzioni italiane perché onorassero Lorenzo e ricordassero il suo sacrificio.

Martedì in piazza dei Ciompi è intervenuto Alessandro Orsetti dove è stato allestito dalla comunità curda un presidio per ricordare che in Turchia ci sono 7mila persone in sciopero della  fame.

Da novembre la deputata curda in Turchia, Leyla Guven, non mangia da 160 giorni. A lei si sono unite altre persone: soprattutto prigionieri e prigioniere politiche in Turchia. Otto di loro sono morti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento