Signa: polizze assicurative inesistenti, denunciati 

Due denunce per truffa on line

I carabinieri di Signa, nel contesto di indagini finalizzate al contrasto di reati a mezzo informatico, hanno denunciato due soggetti, un uomo di 50 anni e una donna di 40, entrambi residenti in Campania, resisi responsabili di una truffa on line.

I due, già gravati da diversi precedenti, avrebbero raggirato alcune persone su un sito di compravendita on line tra privati, utilizzando la tecnica di pubblicare annunci ingannevoli su internet, in particolare emettendo polizze assicurative risultate poi inesistenti. 

Le vittime, seguendo le indicazioni dei malfattori, avevano versato il corrispettivo richiesto effettuando ricariche sulla carta di credito di questi ultimi. I carabinieri hanno subito dato il via ad un'indagine che ha poi portato all’identificazione ed alla denuncia dei due.

La truffa del Chianti in polvere

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • Incendio in fabbrica a Mantignano: colonna di fumo sulla città / FOTO

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Caffè Rivoire, nuovo proprietario: "Ne farò un brand internazionale da esportare nei luxury mall"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento