Cronaca

Signa: cocaina nel cimitero, arrestato 45enne 

Gestiva le consegne a "domicilio" durante i domiciliari 

Gestiva le consegne di cocaina, anche a domicilio, direttamente dai domiciliari. Per questo un 45enne campano è finito nella casa circondariale di Sollicciano in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere disposta dal gip di Firenze. L’aggravamento della misura, come detto il 45enne si trovava già ai domiciliari per una precedente misura, è scattata dopo gli agenti della squadra mobile hanno svolto degli approfondimenti investigativi a seguito del ritrovamento, l’ottobre scorso, di quattro etti di cocaina sepolta accanto al cimitero di San Mauro a Signa. 

Il ritrovamento fu ad opera delle volanti della questura dopo un controllo in Via della Saggina a seguito del quale fu fermato un 28enne fiorentino nelle cui disponibilità furono ritrovati mezzo chilogrammo di cocaina e tre etti tra hashish e marijuana. Dopo il fermo gli agenti risalirono alla cocaina nel cimitero. 

Gli investigatori hanno appurato che il 45enne avrebbe sfruttato il 28enne come “galoppino” per le consegne durante il periodo covid in quanto non poteva muoversi a causa della misura cautelare emessa dal tribunale di Napoli. Si è anche scoperto che il 45enne utilizzava una linea telefonica dedicata per prendere gli “ordini” di polvere bianca a seguito del quale fissava gli appuntamenti con i clienti a cui si presentava il 28enne finito a suo tempo in manette.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Signa: cocaina nel cimitero, arrestato 45enne 

FirenzeToday è in caricamento